Commenta

La Pomì incontra i ragazzi
della Marconi. Dai più piccoli
l'incitamento più grande

Tirozzi e compagne hanno risposto volentieri ai quesiti e poi hanno raccolto disegni e messaggi di incoraggiamento preparati appositamente dagli studenti, che hanno fatto trovare alle ragazze rosa un cesto ricco di questi piccoli ma graditi presenti.
pomì-scuola-marconi_ev
Nella foto le ragazze della Pomì con gli studenti della Marconi

CASALMAGGIORE – Non un pesce d’aprile, ma un cuore d’aprile, come riportava uno dei messaggi realizzato a mano dai giovanissimi della “Marconi”. Lo stesso cuore che a Casalmaggiore batte già per la Final Four di Montichiari. Del resto, non è ancora la Settimana Rosa vera e propria, che partirà sabato sera, al termine della sfida tra Pomì e Club Italia che potrebbe, dovrebbe, suggellare il secondo posto del team di Barbolini nella stagione regolare, ma è un preludio che consente già di respirare la giusta atmosfera.

Venerdì mattina attorno a mezzogiorno, subito dopo l’allenamento in Baslenga, il capitano Valentina Tirozzi, le statunitensi Lauren Gibbemeyer e Carli Lloyd e le giovani in rampa di lancio Giada Cecchetto e Marianna Ferrara, accompagnate dal team manager rosa Mario Angiolini hanno incontrato i ragazzi della quinta elementare “Marconi” nell’aula magna dell’istituto che peraltro sorge a poche centinaia di metri dal quartier generale della Pomì. Una mezzora intensa, con il fuoco di fila delle domande dei giovanissimi studenti, accompagnati dalle rispettive maestre e dalla dirigente Susanna Rossi, che hanno cercato di scoprire segreti, curiosità e spinta caratteriale di ciascuna delle grandi protagoniste dello Scudetto 2015 e della stagione attuale, a poco più di una settimana dal grande appuntamento della Champions League.

Tirozzi e compagne hanno risposto volentieri ai quesiti e poi hanno raccolto disegni e messaggi di incoraggiamento preparati appositamente dagli studenti, che hanno fatto trovare alle ragazze rosa un cesto ricco di questi piccoli ma graditi presenti. Angiolini ha invitato tutti i giovanissimi tifosi a farsi portare al PalaRadi di Cremona per la sfida al Club Italia, promettendo l’ingresso gratuito, a patto di ricevere in cambio parecchi decibel di incitamento. Alla fine spazio ad autografi e abbracci per tutti, nella speranza che la carica dei più piccoli spinga ora la Pomì all’impresa più grande.

Un sogno che coinvolge anche il centro casalese, da giovedì sera illuminato di rosa sulla parete principale del palazzo municipale di piazza Garibaldi. Anche altri monumenti si stanno tingendo dello stesso colore delle maglie della Pomì, mentre alcune fotografie emblematiche della grinta e della speranza delle giocatrici di Casalmaggiore scorrono sul “listone” e non manca l’apporto di molti commercianti: la Settimana Rosa, ufficialmente, parte sabato sera, voluta fortemente dalla Pro Loco. Ma il clima e l’entusiasmo sembrano già quelli giusti.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti