Commenta

Cividale, il ricordo
di don Massimo Morselli
in musica

Al via le celebrazioni nella parrocchiale della cittadina di cui era originario il parroco scomparso un anno fa.
commemorazione-morselli-ev
Il concerto in ricordo di don Morselli

CIVIDALE MANTOVANO – Indimenticabile don Massimo Morselli, scomparso il 6 aprile di un anno fa a soli 47anni di età. Il suo ricordo è riaffiorato domenica sera in una struggente manifestazione organizzata nella chiesa di Cividale, cittadina di cui il prete era originario. Niente messe né preghiere ma tante voci e note musicali perché “a lui piaceva molto il canto come tutti sappiamo” ha sottolineato il parroco don Ernesto Marciò raccomandando al pubblico di evitare gli applausi trattandosi non di uno spettacolo ma la commemorazione di una persona venuta a mancare soltanto un anno prima. In mezzo alla gente che gremiva la chiesa anche la mamma Anna con il fazzoletto premuto sulla bocca e i fratelli Giancarla e Donato chiamato poi a dirigere il coro di Spineda-Cividale.

Altri due gruppi musicali per il Concerto, quello di Cingia’ de Botti diretto dal M° Pierpaolo Vigolini e Breda Cisoni sotto la direzione di Amadio Galimberti. Organista il maestro Ugo Boni. Tra le esecuzioni di “Anima Christi” “Ti farò mia sposa”, “Verbum Panis” e ”Con te Gesù” Simone Coroni ha letto alcune pagine scritte da don Massimo e raccolte in una specie di diario che con molta probabilità diventerà in futuro un libro di struggenti ricordi. ”E’ normale avere paura. Siamo fatti di argilla dove Dio ha soffiato il suo spirito”: scriveva per dare coraggio a se stesso e alle persone che gli chiedevano conforto. Arrivando ad esprimere anche concetti forti come “Questa Chiesa chiusa, troppo asettica e lontana”. Facendo sorgere un improvviso paragone con la dialettica altrettanto determinata come quella di don Primo Mazzolari diffusa mezzo secolo prima. Una testimonianza diretta è stata letta poi da Paola Sarzi Sartori. Altre commemorazioni per don Massimo mercoledì 6 aprile alle 20,30 con la Santa Messa solenne celebrata da don Gianni Cavagnoli e altri sacerdoti del territorio. Sabato 9 aprile il requiem di Mozart con il Coro dell’Estudiantina e orchestra Filarmonica di Mantova. Stesso programma poi in chiesa a Breda Cisoni domenica 24 aprile con la partecipazione del soprano Federica Bersellini, Claudia Galanti contralto, Alex Magri tenore e Francesco Azzolini basso. Sotto la direzione del m° Donato Morselli.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti