Commenta

Montesano e Rossi volano
sull'acqua: più veloci
del doppio azzurro

Le Junior della canottieri Eridanea e del Flora stanno sorprendendo tutti, anche il selezionatore della nazionale: oro al Memorial D’Aloja, davanti alle 'titolari' tricolori.
montesano-rossi-oro_ev
Le premiazioni con Abbagnale

PIEDILUCO (TR) – Nate per stupire, sempre e comunque. E per bruciare le tappe. Dopo l’argento conquistato a Piediluco domenica 20 marzo, le Junior Alessandra Montesano della Canottieri Eridanea e Alice Rossi della Canottieri Flora sono andate questa volta oltre: il Memorial D’Aloja è da sempre un evento molto sentito nel mondo del canottaggio, in particolare giovanile, perché è una sfida di livello europeo e perché gli occhi che osservano sono quelli dei ct del remo nazionale.

A Piediluco tra sabato e domenica, ad esempio, la supervisione era di Claudio Romagnoli, responsabile federale per quanto concerne il settore femminile azzurro. Usando un eufemismo, va detto che Montesano e Rossi, nella categoria 18 anni, stanno creando più di un problema, in senso positivo, allo stesso ct. Il motivo? La coppia casalese-cremonese ha messo in fila tutte le avversarie nella gara di domenica, compreso il doppio federale, ossia quello ufficiale con la maglia azzurra, distanziato di ben 4 secondi. Una candidatura forte, dunque, per la Nazionale, che non può non tenere conto dell’ultima grande prova (e in generale della crescita e della chimica) di questo doppio.

Ma andiamo con ordine: venerdì Montesano e Rossi si sono qualificate per la finale di sabato mattina, dove hanno conquistato poi l’argento dietro alla coppia greca (per un solo secondo), una delle più accreditate assieme a quella azzurra federale. Sabato pomeriggio Montesano e Rossi hanno concesso il bis, chiudendo con il tempo utile anche per la conquista della finale di domenica, quando il capolavoro si è avverato: grande primo posto con 7’35’’44 e le congratulazioni sul podio giunte da una leggenda come Giuseppe Abbagnale, superando di ben 4 secondi le azzurre Giovanna Schettino (Canottieri Aniene) e Clara Guerra (Pro Monopoli), mentre le greche (Maria Pergouli e Annetta Kyridou) hanno chiuso questa volta al terzo posto. Una grande soddisfazione per un doppio che, nel giro di due soli weekend, ha conquistato due argenti e un oro (più il bronzo di Montesano in singolo). E promette ovviamente di non fermarsi.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti