Commenta

Federici (Pd), interrogazione
su Ars Musica: "Più fondi
oppure la scuola muore"

"Nel 2014 e nel 2015 il commissario prefettizio portò il contributo a 25mila euro, cifra confermata dall’attuale amministrazione. Tuttavia, è sempre stato ribadito che per garantire la sopravvivenza della scuola serve un contributo minimo di 32mila euro".
muvi-ev

VIADANA – Una nuova interrogazione su “Ars Musica” a Viadana: il tema, già trattato nei giorni scorsi con un botta e risposta tra il Movimento 5 Stelle e l’assessore alla Cutura Ilaria Zucchini, tornerà sui banchi del consiglio comunale per merito dell’interrogazione presentata da Nicola Federici, capogruppo del Partito Democratico locale.

“Ars Musica vanta ad oggi circa 200 alunni ed è da sempre conosciuta come scuola comunale di musica. Le passate amministrazioni – scrive Federici – hanno sempre contribuito alla gestione della scuola di musica con spazi gratuiti presso il palazzo ex monte e Mu.Vi, pagamento delle utenze, manutenzioni e un contributo economico di 50mila euro, diminuito nel 2013 a 35mila euro. Nel 2014 e nel 2015 il commissario prefettizio lo portò a 25mila euro, cifra confermata dall’attuale amministrazione dopo le elezioni di maggio. Tuttavia, i presidenti della scuola succedutisi negli anni hanno sempre ribadito che per garantire la sopravvivenza della stessa serve un contributo minimo di 32mila euro, tanto che a fronte della brusca diminuzione del contributo stesso hanno dovuto utilizzare fondi che erano destinati ad investimenti in attrezzature o altro di cui annualmente la scuola necessita”.

Federici prende poi in esame la delibera di giunta 63, dove “è previsto solamente che Il Comune metta a disposizione dell’Associazione i locali del palazzo ex Monti, e del Muvi e che si faccia carico degli oneri relativi alle utenze e alla manutenzione straordinaria di palazzo Ex Monti, fatta esclusione per impianti diversi da quelli di cui allo stato di consegna come attestato nel relativo Verbale di consegna”.

Da qui le domande dell’interrogazione. “Come mai nelle linee di indirizzo previste nella delibera n.63 non si è inserita né menzionata la possibilità di erogazione del contributo economico? A quanto corrisponde la somma che l’amministrazione vuole dare come contributo e con quale modalità di erogazione dal momento che le linee d’indirizzo sono già state votate? Come intende comportarsi il Comune dal momento che nell’atto costitutivo di ARS Musica il Comune di Viadana è socio fondatore e nomina di diritto un suo rappresentante nel consiglio direttivo? Come mai l’amministrazione ha deciso di togliere la diciture “scuola di musica comunale”?”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti