Commenta

Furto di gasolio
a Canneto sull'Oglio:
41enne in arresto

Il malvivente aveva innestato una sorta di rudimentale rubinetto in una tubazione della rete, dal quale prelevava indebitamente il carburante.
furto-gasolio-ev
Il gasolio recuperato dai Carabinieri a Canneto sull'Oglio

CANNETO SULL’OGLIO – Verso la metà del mese di marzo, la società Igo&M Spa, con sede a Pomezia, responsabile della manutenzione della rete dell’Oleodotto del nord Italia, ha individuato un calo di pressione nella conduttura situata tra le province di Mantova e Brescia. Ipotizzando che si potesse trattare di una perdita accidentale, ma non escludendo anche il furto, sono stati predisposti una serie di accertamenti tecnici, fino a restringere il tratto interessato al comune di Canneto sull’Oglio. Del fatto sono stati informati i Carabinieri della Stazione di Canneto sull’Oglio per gli accertamenti e i controlli del caso.

Nel tardo pomeriggio di lunedì, i militari della Stazione cannetese, ricevuta una segnalazione che nelle campagne limitrofe al comune era stato notato aggirarsi un furgone, e tenuto conto che l’area segnalata era interessata dalla conduttura dell’oleodotto, hanno predisposto uno specifico servizio di controllo. Proprio mentre i militari erano in transito nell’area interessata dall’oleodotto, hanno notato un individuo armeggiare in prossimità della conduttura. Lo stesso, alla vista dei carabinieri, è fuggito repentinamente ma i militari lo hanno bloccato ancora a bordo del furgone su cui sono state rinvenute diverse taniche contenenti complessivamente 750 litri di carburante.

Il conducente del furgone, B.Q. 41enne italiano, residente in provincia di Como, è stato arrestato e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Mantova in quanto ritenuto responsabile del reato di furto aggravato. Dal controllo effettuato unitamente ai tecnici della Società Igo&M, i militari hanno appurato che il malvivente aveva innestato una sorta di rudimentale rubinetto in una tubazione della rete, dal quale prelevava indebitamente il carburante, così provocando i cali di pressione registrati dalla ditta incaricata. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire quale fosse la destinazione del carburante.

Al riguardo il Prefetto della Provincia di Mantova, Carla Cincarilli, ha espresso l’apprezzamento ai Militari Operanti dell’Arma dei Carabinieri per aver dato un forte segnale nei confronti di un fenomeno che nella Provincia ha destato una forte preoccupazione soprattutto negli agricoltori. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova, colonnello Fabio Federici ha altresì sottolineato che l’azione di prevenzione dei Carabinieri su tutto il Territorio Mantovano continuerà senza sosta. Nella circostanza, ha espresso inoltre il vivo apprezzamento al Comandante della Stazione per aver dimostrato con la collaborazione dei suoi uomini una prontezza investigativa che ha permesso di arrestare un soggetto dedito al furto di gasolio.

© Riproduzione riservata
Commenti