Commenta

La Città dei Bambini renderà
Casalmaggiore... in fiore con
commercianti e cittadini

L’invito, già raccolto dai commercianti che hanno aderito alla rete “Negozi Amici”, è di esporre fiori fuori dalle finestre, dai davanzali e dai balconi: operazione che i negozi inizieranno tra pochi giorni in autonomia, mettendosi però a disposizione della cittadinanza per fornire anche la materia prima.
stradello-tangenziale-bambini_ev
Nella foto lo stradello che completa la tangenziale

CASALMAGGIORE – Un successo in fila all’altro, e il bello deve ancora venire. Proprio così, la Città dei Bambini a Casalmaggiore è attesa tra il 6 e l’8 maggio prossimi, ma la preparazione promette decisamente bene. Anzitutto perché dell’evento hanno iniziato ad occuparsi testate anche nazionali e di settore: della tangenziale dei bambini, che di fatto è l’anima del progetto e che potrebbe rivoluzionare davvero la mobilità scolastica dolce di Casalmaggiore al punto da rivedere i piani e il percorso di alcune linee Piedibus dedicate ai più piccoli, ha parlato L’Automobile, rivista on line di Aci che dunque di strade se ne intende eccome e che ha descritto questa novità come un esempio da seguire. Non solo: di Città dei Bambini parlerà sabato anche Radio 24, storica emittente del Sole 24 Ore, alle 14.30 intervistando proprio i referenti di Slow Town, assieme all’architetto, da sempre collaboratore del progetto, Matteo Dondè.

E’ un’altra la novità, tuttavia, che dà l’idea del coinvolgimento più forte di questa innovazione e di quanto la cittadinanza abbia deciso di rispondere presente: a Casalmaggiore, infatti, in queste ore, a tutti i residenti e ai commercianti del centro storico e non solo, è stata inviata una lettera nella quale si invita a rendere il comune casalese come una sorta di Città dei fiori, proprio per abbellire la tre giorni di manifestazione: che avrà dunque un contenuto importante, ma non vorrà essere da meno dal punto di vista formale ed estetico.

L’invito, già raccolto dai commercianti che hanno aderito alla rete “Negozi Amici”, è di esporre fiori fuori dalle finestre, dai davanzali e dai balconi: operazione che i negozi inizieranno tra pochi giorni in autonomia, mettendosi però a disposizione della cittadinanza per fornire anche la materia prima, con la Fioreria Sartori di via Vaghi in primis. Per invogliare alla partecipazione è stato pure organizzato un doppio concorso fotografico: domenica 8 marzo, infatti, dopo un vero e proprio reportage, verranno premiate la via in fiore più bella di Casalmaggiore e il davanzale in fiore migliore. Chi decreterà il successo? Essendo la Città dei Bambini, ovviamente toccherà ai più piccoli fare da giudici.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti