Commenta

Maxi controlli dei Carabinieri:
denunce a Bozzolo, Viadana,
Rivarolo Mantovano e Sabbioneta

carabinieri-ev

I Carabinieri del Comando Provinciale di Mantova, nel corso di un servizio a largo raggio di controllo del territorio mantovano, svolto nella giornata di venerdì, finalizzato al contrasto dei reati predatori e ad intercettare persone di interesse operativo, hanno tratto in arresto 1 persona ed hanno denunciato a piede libero 20 persone. Nel comprensorio Oglio Po, questi sono le operazioni condotte dai militari.

A Bozzolo, i Carabinieri della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato per il reato di “disciplina per il controllo delle armi” un 46 enne italiano della zona. Predetto, dopo aver trasferito la residenza dal Comune di Martignana di Po a quella attuale, ha omesso di ripetere la denuncia delle armi presso la Stazione Carabinieri competente per territorio;

A Sabbioneta, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato un uomo 23 enne pescarese resosi responsabile del reato di “truffa”. La persona, dopo che ha messo in vendita delle attrezzature per la pesca sportiva su un sito internet e dopo che ha ricevuto la somma dovuta da un acquirente su carta di credito prepagata, non ha consegnato la merce;

A Viadana, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno denunciato per il reato di “possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli”, un 37 enne marocchino. Predetto, durante un controllo alla circolazione stradale, è stato trovato in possesso di due cacciaviti metallici della lunghezza rispettivamente di 26 e 12 cm occultati all’interno della sua autovettura. Il materiale è stato sottoposto a sequestro su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

A Rivarolo Mantovano, i Carabinieri di Bozzolo unitamente ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Mantova hanno denunciato due cittadini di nazionalità cinese rispettivamente di 44 e 37 anni resisi responsabili dei reati di “ favoreggiamento della permanenza sul territorio nazionale dello straniero irregolare ed impiego di lavoratori privi di regolare contratto”. I militari operanti hanno controllato una ditta tessile del luogo ed hanno comminato alcune sanzioni amministrative per un valore complessivo di 13500 euro ed hanno emesso la contestuale sospensione dell’attività.

A Viadana, i militari dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri hanno segnalato all’Autorità Amministrativa quale “assuntore di sostanze stupefacenti per uso personale”, un 23 enne italiano residente in Provincia di Reggio Emilia. Nella circostanza i militari operanti, a seguito di una perquisizione personale effettuata nei confronti del soggetto, hanno rinvenuto 1 gr. circa di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” detenuta per uso di stupefacenti.

© Riproduzione riservata
Commenti