Commenta

Bozzolo, il contestato
consiglio convocato sabato
salta: mistero sui motivi

Molte altre perplessità sorgono anche sui due ordini del giorno, che a questo punto saranno inseriti nella successiva convocazione di mercoledi 11 maggio in cui verrà chiesto di annullare tutte le convenzioni con Foedus.
consiglio-bozzolo_ev

BOZZOLO – E’ stata revocata la convocazione del Consiglio comunale di Bozzolo già fissata per sabato pomeriggio alle 13. Sconosciute le  ragioni che hanno portato alla decisione presa dal sindaco facente funzione Cinzia Nolli. All’assemblea non avrebbe potuto partecipare il consigliere di minoranza Nicola Scognamiglio impegnato con il matrimonio di un parente. Ma questo non può giustificare il rinvio di un Consiglio già deciso anche perché, come fa notare il consigliere di minoranza Pierluigi Marcante, nemmeno nel caso di impedimento del sindaco l’assemblea ha motivo di saltare essendoci un vicesindaco a cui affidare la conduzione dei lavori.

Molte altre perplessità sorgono anche sui due ordini del giorno, che a questo punto saranno inseriti nella successiva convocazione di mercoledi 11 maggio in cui verrà chiesto di annullare tutte le convenzioni con Foedus. “Prima avevano detto che era l’unica soluzione possibile, oggi l’esatto contrario. Questo sicuramente evidenzia uno stato confusionale e un’errata valutazione da verificare se precedente o attuale, un po’ come navigare a vista. Addirittura ora si chiede di annullare tutto senza avere alternativa” commenta stupefatto Marcante. Tra l’altro abbandonare l’Unione significherà dover rinunciare ai finanziamenti regionali, tornare ad avere la stessa automobile di servizio che ha già percorso più di 300mila chilometri, tenersi i due precedenti Vigili e rinunciare al sofisticato server che serve automaticamente tutti le amministrazioni comunali.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti