Commenta

Latitante rumeno arrestato
a Sabbioneta: nell'automobile
materiale forse provento furto

L’uomo, identificato in E. B. di 33 anni, di nazionalità rumena e in Italia senza fissa dimora, è stato quindi tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Mantova. Al 33enne sono state altresì contestate numerose infrazioni al codice della strada.
carabinieri-sabbioneta_ev

SABBIONETA – Importante operazione dei carabinieri di Sabbioneta, che hanno ricevuto anche il vivo apprezzamento da parte del comando provinciale dell’Arma di Mantova. Nella serata di venerdì infatti, i militari, durante un posto di controllo sulla SS420, notavano un’Audi A4 grigia che procedeva in direzione Mantova. All’intimazione dell’alt da parte del Comandante della Stazione Marco Marzo, il veicolo, anziché fermarsi, ha proseguito la propria marcia per qualche centinaio di metri per poi rallentare poco più avanti e quindi riprendere repentinamente velocità sempre in direzione Mantova. Immediatamente i Carabinieri si sono messi all’inseguimento dell’auto che ha imboccato a destra la strada che porta a Commessaggio inferiore.

Nei pressi della frazione, il conducente del veicolo sospetto ha parcheggiato la vettura e, dopo avere nascosto le chiavi sotto un’altra auto parcheggiata più avanti, si è dato alla fuga a piedi per le vie della frazione. I Carabinieri, anche grazie alla collaborazione di alcuni residenti che fornivano indicazioni utili sulla direzione presa dall’uomo, dopo un breve inseguimento a piedi hanno fermato il fuggitivo, uno straniero dell’est europeo.

Non solo: dopo un’ispezione, si è scoperto che a bordo del veicolo erano occultate 59 confezioni di adesivo per dentiera, 166 confezioni da 5 di lamette da barba Gillette mach 3 e tre bottiglie di Rum. A questo punto, sospettando che il materiale rinvenuto potesse essere il provento di un furto in qualche supermercato della zona, l’uomo è stato accompagnato in caserma per ulteriori accertamenti ed è stato sottoposto ai rilievi segnaletici per procedere alla sua identificazione.

L’esito dei rilievi ha fornito numerosi alias e per uno di questi l’uomo è risultato latitante perché colpito da un mandato di cattura in carico alla polizia di Stato di Venezia per una condanna a due mesi e venti giorni di reclusione per un furto commesso a Caorle nell’agosto 2013. L’uomo, identificato in E. B. di 33 anni, di nazionalità rumena e in Italia senza fissa dimora, è stato quindi tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Mantova. Al 33enne sono state altresì contestate numerose infrazioni al codice della strada, tra cui guida senza patente, veicolo sprovvisto di copertura assicurativa, velocità pericolosa e mancato arresto all’alt; l’auto, invece, è stata sottoposta a fermo amministrativo per la confisca. Sono in corso accertamenti, anche fuori regione,  per individuare il luogo in cui è stato asportato quanto rinvenuto a bordo dell’auto condotta dallo straniero.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti