Un commento

Profughi chiedono la carità
sul mercato a Bozzolo:
e sui social scatta la polemica

Il pretesto è scaturito dalla presenza di alcuni extracomunitari che tra le bancarelle del mercato settimanale del venerdì chiedevano la carità. Uomini che alcuni bozzolesi avrebbero identificato con gli ospiti delle strutture di accoglienza messe a disposizione anche a Bozzolo.
piazza-bozzolo_ev

BOZZOLO – Torna a dominare la polemica sulla presenza dei profughi a Bozzolo. Venerdì i soliti social network sono stati invasi dalle discussioni a proposito di questo argomento, che si ricorderà ha rappresentato uno dei primi problemi all’interno dell’Amministrazione comunale dopo il suo insediamento.

Il pretesto è scaturito dalla presenza di alcuni extracomunitari che tra le bancarelle del mercato settimanale del venerdì chiedevano la carità. Uomini che alcuni bozzolesi avrebbero identificato con gli ospiti delle strutture di accoglienza messe a disposizione anche a Bozzolo. L’elemosina è stata richiesta adducendo la necessità di dover mangiare avendo fame, in contrasto evidentemente con quanto le cooperative di assistenza svolgono quotidianamente, non solo alloggiandoli ma fornendo loro come minimo tre pasti al giorno.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Claudio

    In quanto lettore, mi chiedo: la notizia è stata verificata oppure il cronista ha riportato delle voci? L’ampio uso di condizionali fa supporre di no e che sia semplicemente ripreso qualche voce da bar. La deontologia di un giornalista, specie quando si trattano argomenti delicati quali l’immigrazione e l’impatto che questo fenomeno ha nella vita di tutti i giorni, imporrebbe una prudenza che qui non riconosco. In particolare