Commenta

Desalu, nulla da fare
(per ora). Chiude in 20.86,
lontano dal pass olimpico

Fausto è partito bene, ma si è perso un po’ dopo i 70 metri, mentre la gara è stata vinta dall’americano Webb in 20.04, dunque con un tempo non eccessivamente veloce. Per la cronaca Desalu ha chiuso all’ottavo posto (su nove), ma il piazzamento non era certo il primo problema. Anche la staffetta 4x100 manca il pass.
desalu-golden-gala_ev
Nel frame tratto da Rai Sport Desalu nel tratto finale (in prima corsia)

ROMA – Non riesce a Fausto Eseosa Desalu l’impresa di centrare il tempo minimo per le Olimpiadi di Rio: delusione dunque dal Golden Gala di Roma dedicato a Pietro Mennea, dato che il velocista delle Fiamme Gialle cresciuto nell’Atletica Interflumina ha chiuso i suoi 200 metri in 20.86, molto lontano dal 20.50 necessario per il pass a cinque cerchi.

Fausto è partito bene, ma si è perso un po’ dopo i 100 metri, mentre la gara è stata vinta dall’americano Webb in 20.04, dunque con un tempo non eccessivamente veloce. Per la cronaca Desalu ha chiuso all’ottavo posto (su nove), ma il piazzamento non era certo il primo problema. Non benissimo nemmeno Christophe Lemaitre, che era considerato uno dei favoriti: il francese ha chiuso in 20.27, lontanissimo dal 19.80 che costituisce il suo record personale. Non ha dunque portato bene a Desalu l’Inno alla Gioia intonato prima della gara dei 200 metri da un coro di giovanissimi in tribuna d’onore.

A Fausto rimangono ora due tentativi, gli Italiani a Rieti a giugno e gli Europei ad Amsterdam a luglio, per migliorare e riuscire finalmente a strappare il pass. Il giovedì sportivo tuttavia non è finito: alle 22.20 sempre Desalu proverà la qualificazione (serve un tempo di 38.50) con la staffetta 4×100 assieme a Ferraro, Manenti e Tortu. Gare che all’Auditorium Santa Croce i tifosi di Fausto e i dirigenti dell’Atletica Interflumina stanno seguendo con trepidazione davanti al maxischermo: un’iniziativa, quest’ultima, ricordata pure in diretta tv da Rai Sport.

AGGIORNAMENTO ORE 22.30 – Dalla maglia delle Fiamme Gialle a quella della Nazionale italiana: ma anche la staffetta 4×100 non riesce a strappare il tempo per Rio: i quattro azzurri dovevano scendere sotto il crono di 38.50, ma hanno chiuso in 38.81. Una prova discreta, va detto, inferiore solo all’Olanda che chiude in 38.44 e dunque centra la qualificazione. Terza la Francia in 38.87. Ora la 4×100 avrà un’altra occasione a Losanna in un meeting in programma tra un paio di settimane.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti