Commenta

Diocesi, nomine: mons. Feudatari
a Rivolta d'Adda,
don Maglia a Cremona

Il vescovo Antonio Napolioni ha annunciato importanti novità che riguardano anche il comprensorio casalasco-viadanese.
irvano-maglia-ev
Don Irvano Maglia

CREMONA – Nelle celebrazioni di domenica 12 giugno sono state annunciate alcune importanti nomine del vescovo Antonio Napolioni. Mons. Dennis Feudatari, nativo di Voltido, sarà il nuovo parroco di Rivolta d’Adda in sostituzione di mons. Alberto Pianazza deceduto improvvisamente lo scorso 8 febbraio. Il sacerdote originario della parrocchia di Piadena lascia quindi le parrocchie Ss. Apollinare e Ilario e S. Agata in Cremona dove a succedergli sarà don Irvano Maglia, già delegato episcopale per la Pastorale e vicario della parrocchia S. Pietro apostolo di Viadana.

Mons. Dennis Feudatari è nato il 1° giugno 1955 a Voltido. Originario della parrocchia di Piadena è stato ordinato sacerdote il 21 giugno 1980. Ha iniziato il suo ministero pastorale come vicario a Pomponesco, quindi nel 1987 è stato inviato a Roma, dove ha conseguito la licenza in Teologia pastorale. Rientrato in diocesi nel 1990 ha ricoperto gli incarichi di delegato provinciale Fidae (Federazione istituti di attività educativa) fino al 1994 e vicedirettore del Centro pastorale diocesano fino al 1997. Tra il 1994 e il 1996 è stato anche segretario generale del Sinodo. Dal 1997 al 2004 ha ricoperto l’incarico di delegato episcopale per la Pastorale e, tra il 1999 e il 2000 è stato anche direttore della FOCr. Proprio nel 2000 è stato insignito del titolo di cappellano di Sua Santità. Dal 1990 al 2013 è stato insegnante in Seminario. Nel 2004 è stato nominato parroco e destinato alla parrocchia Ss. Apollinare e Ilario; dal 2011 è diventato parroco anche della vicina parrocchia di S. Agata. Ora mons. Napolioni, con decreto del 9 giugno, l’ha trasferito a Rivolta d’Adda come parroco di S. Maria Assunta e S. Sigismondo, succedendo a don Alberto Pianazza, deceduto l’8 febbraio scorso.

Don Irvano Maglia è nato invece a Vighizzolo di Cappella de’ Picenardi il 3 agosto 1954 ed è stato ordinato il 24 giugno 1978. Ha iniziato il suo ministero pastorale come vicario della parrocchia S. Pietro apostolo di Viadana; negli stessi anni ha ricoperto l’incarico di vice assistente diocesano Giovani di Azione Cattolica. Nel 1990 è stato promosso parroco e inviato nella parrocchia di S. Francesco d’Assisi, nel quartiere Zaist di Cremona dove è rimasto sino al 1997. Negli stessi anni ha ricoperto anche gli incarichi di assistente diocesano Familiari del Clero e, di cui dal 1992 al 2003 è stato assistente regionale e dal 2003 al 2013 assistente nazionale. Dal 1994 al ’97 è stato inoltre presidente de La Zolla. Nel 1997 il trasferimento, sempre come parroco, a Soresina, dove è rimasto sino al 2004; tra il 2003 e il 2004 è stato anche amministratore parrocchiale di Farfengo. Dal 2004 ricopriva l’incarico di delegato episcopale per la Pastorale e direttore del Centro pastorale diocesano. Tra il 2005 e il 2011 è stato inoltre convisitatore per la Visita pastorale. Dal 2007 è presidente della società coop. Cittanova. Ora il vescovo Antonio, con decreto del 9 giugno, l’ha destinato come parroco nelle parrocchie Ss. Apollinare e Ilario e S. Agata in Cremona.

 

© Riproduzione riservata
Commenti