Commenta

La luna e i falò illuminano
Dosolo, nella festa di Marco
Flisi a ritmo di musica

La festa ha beneficiato in pieno della luce biancastra del disco argenteo nel cielo sfidando quella rossastra di un romantico falò acceso ai margini di una pista dove giovani disinvolti si agitavano con i ritmi più moderni.
falò-dosolo_ev

DOSOLO – Chissà se l’ispirazione gli è venuta leggendo il celebre romanzo di Cesare Pavese, o per la nostalgia di certe notti balinesi dove peraltro ha trovato la compagna di vita. Ad ogni modo, la luna e il falò sono stati i protagonisti di una partecipatissima festa che si è tenuta martedì sera in mezzo alla campagna di Dosolo.

Ideatore di questo evento un entusiasmante Marco Flisi che si è inventato il “chiribizzo” di festeggiare in questa maniera tutti i lunedì di luna piena. “Scusate se l’abbiamo spostata di un giorno, ma ieri le nuvole si sono messe di mezzo” ha spiegato alla gente che man mano arrivava a riempire gli spazi accanto al campo volo. Di nuvole Flisi se ne intende avendo praticato a lungo paracadutismo e proprio per questo sa come niente si possa fare per adattare la meteorologia ai nostri desideri. La festa comunque ha beneficiato in pieno della luce biancastra del disco argenteo nel cielo sfidando quella rossastra di un romantico falò acceso ai margini di una pista dove giovani disinvolti si agitavano con i ritmi più moderni.

dosolo-festa

Poco prima l’organizzazione sportiva locale aveva fatto esibire un gruppo di brave ballerine indiane a cui era abbinato a tema il menù dai sapori orientali. Questo perché obiettivo degli eventi è quello  di far coincidere ogni plenilunio ad un tema etnico differente con cibo e sapori abbinati. L’allestimento era completato da alcun bancarelle con oggetti caratteristici come abiti, tecniche di massaggio e bastoncini di profumatissimo incenso. Con le evoluzioni di deltaplani provenienti dalla vicina Reggio Emilia.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti