Commenta

Colpaccio del Fuori
Porta: sabato a Cappella
arrivano i "Cripple Bastards"

Nel corso di quasi trent’anni di carriera la band si è esibita in tutta Europa con ben sei presenze all’Obscene Extreme Festival in Repubblica Ceca ed oltreoceano (Stati Uniti, Messico, Giappone), realizzando sei album in studio (l’ultima fatica è del 2014), tre raccolte e innumerevoli EP.
cripple-bastards_ev
Nella foto i Cripple Bastards

CAPPELLA (CASALMAGGIORE) – Sabato 25 giugno la birreria “Fuori Porta” a Cappella di Casalmaggiore ospita una serata musicale di grandissimo impatto dedicata al grindcore ed al thrashcore. Sul palco arriva un gruppo leggenda del genere: i Cripple Bastards, gruppo musicale formatosi ad Asti nel 1988, tra i maggiori interpreti planetari del genere ed appena tornati dal recente tour che ha toccato Stati Uniti e Messico. La rivista inglese Terrorizer li piazza ai vertici nella top 20 della discografia essenziale del grindcore di tutti i tempi, subito dopo Napalm Death, Carcass, Extreme Noise Terror e Nasum.

Il progetto artistico dei Cripple Bastards nasce nel 1988 grazie a Giulio Baldizzone (tutt’ora frontman della band) sulle ceneri di precedenti progetti thrashmetal e hardcore. L’intenzione di base era quella di creare un anello di congiunzione tra l’impatto ed il nichilismo del primo hardcore punk italiano allora in pieno declino ed il nuovo estremismo sonoro proposto da band di etichette di settore. Attualmente i Cripple Bastards sono tra i pochissimi, se non gli unici, a diffondere il nome di Cremona musicale ai quattro angoli del globo. Infatti oltre al fondatore e al batterista italo-brasiliano Raphael Saini, vi sono i cremonesi Matteo Galimberti e Roberto Polledri alle due chitarre e Andrea Schintu al basso.

Una delle caratteristiche distintive della band sono i testi, estremamente duri e polemici, e spesso cantati in italiano. Nel corso di quasi trent’anni di carriera la band si è esibita in tutta Europa con ben sei presenze all’Obscene Extreme Festival in Repubblica Ceca ed oltreoceano (Stati Uniti, Messico, Giappone), realizzando sei album in studio (l’ultima fatica è del 2014), tre raccolte e innumerevoli EP. Ad aprire la serata, da Parma, un gruppo giovane ma in estrema ascesa, gli Shenanigans, con il loro thrashcore aggressivo e potente. Al “Fuori Porta” è possibile cenare con cucina locale, assieme ad una vasta selezione di birre nazionali ed internazionali alla spina ed in bottiglia. La serata è aperta a tutti ad ingresso libero.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti