Commenta

Libera, vincono i rinnovatori
ma senza maggioranza
assoluta: al via le trattative

Sicuramente i rinnovatori hanno eletto in Consiglio 16 consiglieri, 15 sarebbero quelli di liberAzione e soltanto 5 (tutti cremaschi) quelli che si richiamano alla vecchia maggioranza che faceva riferimento ad Antonio Piva. Si conferma però la spaccatura.
libera-evid

Elezioni della Libera, l’Associazione è ancora spaccata nonostante il commissariamento che doveva ricompattare il sindacato degli  agricoltori. Vincono i rinnovatori (anti Piva) ma rischiano di non avere la maggioranza per poter governare la Libera Associazione Agricoltori. Sicuramente i rinnovatori hanno eletto in Consiglio 16 consiglieri, 15 sarebbero quelli di liberAzione e soltanto 5 (tutti cremaschi) quelli che si richiamano alla vecchia maggioranza che faceva riferimento ad Antonio Piva. Da segnalare che nella zona di Cremona (quella dove si è votato nella sede centrale di piazza del Comune) i rinnovatori hanno fatto l’en plein con dieci eletti su dieci presentati: Elisabetta Quaini, Stefano Pasquali, Paolo Salomoni, Giovanni De Poli tra i proprietari, Federico Dizioli, Giuseppe Cabrini per gli affittuari, Stefano Fioni, Cesare Soldi, Davide Balestreri, Emanuela Donelli Ferlenghi per il sindacato impresa familiare.

Restano esclusi dal consiglio i capifila della lista liberaAzione (Francesca Picasso e Alessandro Bettoni) così come la “pasionaria” della lista che si richiamava a Piva Francesca Reverberi mentre potrebbe rientrare in consiglio con il movimento di caselle tra le categorie quello indicato come presidente della lista della maggioranza precedente Libero Stradiotti, primo degli esclusi. Adesso partiranno le trattative tra le varie componenti. Questa notte si ipotizzava un ritorno alla possibile presidenza di Renzo Nolli (che porterebbe con sè gli eletti nel Soresinese) già ventilata due settimane prima del voto insieme ai rinnovatori.

Nel link seguenti ecco i nomi degli eletti:

http://www.liberacr.it/userfiles/file/Eletti%202016.pdf

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti