Commenta

Terrae Fluminis, si parte:
a Gussola il consiglio
di insediamento dell'Unione

Venerdì 8 luglio l'assemblea che aprirà i lavori della neonata aggregazione di comuni, comprendente anche Martignana di Po e Torricella del Pizzo.
unione-terrae-fluminis_ev
La firma che ha sancito la nascita dell'Unione Terrae Fluminis

GUSSOLA – Si terrà venerdì 8 luglio, alle ore 18.30 presso la sala consigliare del Comune di Gussola, il consiglio di insediamento dell’Unione Terrae Fluminis. Prende così il via ufficialmente l’ultima aggregazione dei comuni casalaschi, ormai tutti facenti parte unioni, Casalmaggiore esclusa. Mentre dunque le vicine Scandolara Ravara, Cingia de’ Botti e Motta Baluffi stanno già pianificando la fusione (e contano di procedere in futuro al matrimonio a sei), i tre paesi rivieraschi limitrofi iniziano il loro cammino comune, anche se da anni ormai hanno in essere gestioni associate di servizi.

La giunta sarà composta di diritto dai tre sindaci, ed il primo presidente dell’unione sarà il primo cittadino di Gussola, a seguire quello di Torricella (unico comune dei tre ad andare al voto nel 2017) e infine quello di Martignana Po. Il consiglio che va ad insediarsi sarà composto da 9 membri: per ciascun comune il sindaco, un consigliere di maggioranza e uno di minoranza, già prescelti dai singoli Consigli comunali. Per Gussola saranno il sindaco Stefano Belli Franzini, Pier Luigi Franchi per la maggioranza e Nicolò Mangoni per la minoranza, per Martignana Po il sindaco Alessandro Gozzi, Gabriele Turini per la maggioranza e Anna Pasquariello per la minoranza, per Torricella del Pizzo il sindaco Emanuel Sacchini, Alberto Scaroni per la maggioranza e Cristina Fadani per la minoranza.

Da segnalare che la scelta di Anna Pasquariello non è stata concordata, in quanto la minoranza di Martignana non ha ritenuto di partecipare alle discussioni sull’unione. Il programma elettorale, che fu bocciato dagli elettori, consisteva infatti nel perseguire l’unione con Casalmaggiore.

Vanni Raineri

© Riproduzione riservata
Commenti