Commenta

Il beach volley conquista
il "listone": e Vale Tirozzi
resterà ancora in rosa

L’evento rientrava nel programma della Fiera di Piazza Spagna, che per l’occasione si è sposato con il quarto e ultimo Giovedì d’Estate, con tante altre iniziative. In entrambi i casi lo zampino lo ha messo la Pro Loco che, per bocca della presidente Cinzia Soldi, si è detta assolutamente soddisfatta.
pomì-beach-foto-storti_ev
Nella foto un momento dell'amichevole (foto Storti)

CASALMAGGIORE – Doppio spettacolo in piazza Garibaldi alla faccia di chi si lamenta che a Casalmaggiore non c’è mai niente di bello. Giovedì sera ad esempio ce n’era per tutti i gusti. Sul palco sotto il Comune il gruppo “Fak the Krisis”, che ha cercato di “mandare la crisi a quel paese” sotto l’energica spinta musicale di Bobo Rivieri, che ha ideato un progetto passato anche dalla voce di Loretta Bini, dal piano e dalle tastiere di Giovanni Guerretti (già collaboratore di Cesare Cremonini), dal basso di Dario Cavalli e dalla batteria di Enrico Torreggiani; dall’altra un angolo di spiaggia adriatica costruita sul “listone” con camionate di sabbia per lo svolgimento di una partita di beach volley.

Anche in questo caso spinta, energia e ritmo non sono mancati grazie alla presenza delle ragazze della Pomì contrapposte alle colleghe di Scandicci. Più provocanti le toscane con indosso perizoma blu petrolio rispetto alle divise classiche delle locali chiamate ad un aplomb adeguato allo stile e alla notorietà acquisite con i risultati raggiunti. Un’amichevole, certo, dove il risultato non contava nulla e dove comunque aveva meno valore rispetto al ritorno a casa di Valentina Tirozzi, capitano di mille battaglie in rosa, e anche di tre coppe vinte nell’ultimo anno, di fatto riconfermata con la squadra di Caprara in diretta con i tifosi rosa in piazza, alcuni giunti pure da Cremona. La ciliegina sulla torta giusto alla fine della serata.

Il volley indoor non va confuso con il beach, sia chiaro, perché molte delle interpreti sono cambiate, anche se non tutte (come non citare ad esempio Giada Cecchetto, che presto andrà a Caserta a giocarsi le proprie chance in A2?). In ogni caso la Pomì non ha perso la voglia di vincere e, anche nella versione estiva guidata da Giulia Momoli, si è presa per 2-1 l’amichevole. Un successo beneaugurante e un viatico verso il tour che porterà le rosa in tutta Italia, partendo questo weekend da Cervia, prima di quattro tappe che, per la terza estate consecutiva, cercheranno di regalare ulteriori trofei alla compagine targata Pomì e Stabili.

L’evento rientrava nel programma della Fiera di Piazza Spagna, che per l’occasione si è sposato con il quarto e ultimo Giovedì d’Estate. In entrambi i casi lo zampino lo ha messo la Pro Loco che, per bocca della presidente Cinzia Soldi, si è detta assolutamente soddisfatta di come le due manifestazioni stanno richiamando casalesi, casalaschi e non nel centro storico. A proposito di Giovedì d’Estate e della rassegna Stupor Mundi, oltre al già citato concerto dei “Fuck the Crisis”, impossibile non ricordare due simpatiche iniziative: una per i più piccoli, in biblioteca, la lezione di origami passata sotto il nome di Tanabata, ripresa dalla cultura giapponese all’interno della rassegna Stupor Mundi; per ogni età invece i provini organizzati dagli scatenati Genitori Instabili, a pochi passi dal centro, in via Favagrossa, con il cassone di un camion trasformato in un piccolo set teatrale, per i provini alla ricerca di nuovi talenti artistici.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti