Commenta

Elisoccorso notturno in
Baslenga, ok del consiglio:
ecco i punti della convenzione

Alcuni passaggi tecnici sono risultati particolarmente interessanti. L’elicottero, per esempio, impiegherà 30 minuti per l’atterraggio a Casalmaggiore con partenza da Brescia, il che renderà assolutamente possibile l’accensione dei fari notturni del campo sportivo, che impiegano 8 minuti per scaldarsi.
elisoccorso-notturno_ev

CASALMAGGIORE – Il campo sportivo Icio Ferrari di Casalmaggiore, in zona Baslenga, è ufficialmente un nuovo punto di approdo dell’elisoccorso notturno, servizio fornito da Areu. L’approvazione della convenzione è avvenuta nel consiglio di lunedì sera con i voti favorevoli di tutto il consiglio ad eccezione del consigliere Orlando Ferroni, astenutosi al momento del voto.

Il sindaco Filippo Bongiovanni in particolare ha illustrato i termini della convenzione, spiegando che la scelta di Casalmaggiore e del campo sportivo è stata strategica ed è stata compiuta dopo che la stessa Areu Lombardia ha scelto alcune aree considerate adatte per garantire questa attività. Anzitutto va detto che Casalmaggiore, per il servizio, è legata a Brescia: i sopralluoghi sono avvenuti con rappresentanti del comune oltre che della società di calcio Uc Casalese, che fino al 30 giugno 2018 ha in gestione il campo sportivo.

Alcuni passaggi tecnici sono risultati particolarmente interessanti. L’elicottero, per esempio, impiegherà 30 minuti per l’atterraggio a Casalmaggiore con partenza da Brescia, il che renderà assolutamente possibile l’accensione dei fari notturni del campo sportivo, che impiegano 8 minuti per scaldarsi ed essere appunto a pieno regime. Altro passaggio indispensabile sarà la presenza di una cassetta di sicurezza che contenga le chiavi del cancello del campo sportivo: sarà infatti il pilota che atterra ad aprire il cancello all’ambulanza che attende fuori dal campo sportivo. Casalmaggiore ha un vantaggio rispetto ad altri campi sportivi, e anche per questo è stato scelto: mai infatti di notte si sono tenute feste all’Icio Ferrari, il che rende la pista di atterraggio potenzialmente sempre disponibile.

Due obiezioni sono state mosse da Orlando Ferroni: in primis, si potrebbe utilizzare l’elisoccorso da Parma, più vicino, ha spiegato il consigliere, al quale però è stato ricordato che la gestione della Sanità è su base regionale, dunque lombarda; in secondo luogo, secondo Ferroni, sarebbe meglio investire per illuminare e dunque rendere utilizzabile anche di notte il piazzale per elisoccorso già approntato all’ospedale Oglio Po. In realtà la normativa europea 965 offre queste indicazioni e spinge a trovare aree non convenzionali (ossia lontane da ospedali) per l’atterraggio notturno, come ha spiegato il consigliere Mirca Papetti. Positiva la novità secondo Pierluigi Pasotto, a patto però che la scelta di un punto di atterraggio notturno a Casalmaggiore non sia collegata allo smembramento o al depotenziamento del nosocomio di Vicomoscano, che già è un Dea e dunque è attrezzato per il pronto soccorso 24 ore su 24.

Approvati infine, come ultimi due punti del consiglio, la cessione per 45mila euro di un’area sita tra via Adua e via Rotelli a Padania Acque, che l’ha richiesta per fornire il proprio servizio pubblico, e il rinnovo della concessione alla Canottieri Eridanea dell’area della palestra dei Canottieri, tra i due cavalcavia. L’affitto sarà di 110 euro l’anno per sei anni, con alcuni obblighi per l’Eridanea, che sono comunque sempre stati adempiuti dalla storica società casalese.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti