Commenta

Piadena, il mercatino del
riuso sarà di domenica:
nuove idee per il rilancio

Verrà inoltre creata una vetrina in cui gli standisti possono presentare uno o più oggetti da loro realizzati particolarmente creativi e originali. Le idee più originali saranno esposte in una mostra denominata “Prodotto dal Riuso e dell’hobbistica”, che verrà organizzata nel periodo natalizio presso il comune di Piadena.
chiostro-piadena_ev

PIADENA – Il mercatino del riuso e dell’hobbista che si teneva ogni terzo sabato del mese dalle ore 8 alle ore 18 a Piadena sarà posticipato al giorno festivo (domenica) immediatamente successivo. Il mercatino cambia insomma veste e indossa l’abito della festa, per una nuova prova di rilancio, non da subito ma già dalle prossime edizioni: verranno infatti accolte più bancarelle, con spazi maggiori e dunque più merce esposta. “Tutti sono invitati e possono partecipare – precisa la Pro Loco di Piadena – come visitatori o come espositori gratuitamente. Sarà l’occasione per i cittadini e non, di vendere, acquistare, riciclare o riadattare vecchi oggetti inutilizzati, dando loro nuova vita con fantasia e creatività. Un piccolo punto di partenza per ridare vita al nostro paese e per alimentare un circolo virtuoso che limiti la produzione di rifiuti e il relativo smaltimento”.

Verrà inoltre creata una vetrina in cui gli standisti possono presentare uno o più oggetti da loro realizzati particolarmente creativi e originali, da scambiare o mettere in vendita. Il giorno del mercato questi oggetti saranno segnalati alla stessa organizzazione. Ad esempio un cappello da uomo che, rovesciato e decorato, può essere utilizzato come svuota tasche, o ancora un cerchione di bicicletta trasformato in un orologio da parete. Le idee più originali saranno esposte in una mostra denominata “Prodotto dal Riuso e dell’hobbistica”, che verrà organizzata nel periodo natalizio presso il comune di Piadena.

La giornata di domenica prescelta (ricordiamo, la terza del mese) sarà anche l’occasione per visitare il comune, il museo archeologico, il rinnovato chiostro Gerolimini e per gli amanti della natura e del verde anche il monumento naturale Unesco in località Lagazzi, senza scordare l’enogastronomia locale.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti