Commenta

Domus Pasotelli
in festa, e Bozzolo
si ritrova tutta unita

Tonino Pettina "La festa è stata un concreto esempio del fatto che se si mette il bene comune come obiettivo primario, e umilmente si riesce a fare un passo indietro rispetto a se stessi, le differenze diventano ricchezza"
Schermata 08-2457625 alle 01.45.24

BOZZOLO – La pioggia di sabato sera non ha ostacolato la festa che ogni anno a metà estate si tiene presso la Domus Pasotelli. Un evento quello della Casa di Riposo di Bozzolo che richiama ogni volta molta gente a conferma di un successo, e di una  tradizione conclamata. L’elegante e funzionale struttura, diventa per un giorno luogo di aggregazione dove si incontrano famigliari, ospiti e anche gente esterna che ama partecipare alla piacevole manifestazione. Un evento che mette insieme musica, ballo, gastronomia e anche qualche sorpresa con l’ immancabile lotteria finale. A dimostrazione di quanto l’evento coinvolga e susciti condivisione e piacere basterebbe leggere il commento scritto dal direttore della struttura Tonino Pettina “La festa è stata un concreto esempio del fatto che se si mette il bene comune come obiettivo primario, e umilmente si riesce a fare un passo indietro rispetto a se stessi, le differenze diventano ricchezza e forza al servizio della comunità (civitas non urbs). Ho avuto il piacere di vedere la bellezza di persone all’opera che in un mondo dove spesso prevalgono individualità, egoismi e chiacchiere ti arricchiscono l’animo e ti danno la forza di far bene con impegno”. Frasi dettate quasi da una sottile commozione nel constatare l’impegno, il sacrificio e sopratutto l’armonia e il senso di collaborazione che distingue l’operato di tutto intero il personale della Domus. Espressioni di grande ammirazione Tonino Pettina, li ha rivolti anche nei confronti di Giuseppe Torchio per la sua conversazione dotta e simpatica allo stesso tempo, ringraziando per la partecipazione anche la sindachessa Cinzia Nolli attribuendo anche a lei spiccate qualità professionali ma sopratutto umane.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti