Commenta

Calvatone, un gesto
di solidarietà dopo
un immenso dolore

"Volevamo ringraziarli - spiegano dal canile - anche per questo gesto". Un gesto in memoria di Francesca, morta per collasso polmonare il 19 agosto, il cui sorriso, quello dell'angelo, ora veglia su un luogo a loro tanto caro
patty-ev
Nella foto il giorno dell'adozione di Patty

14194257_10210128640075204_696361175_n

 

CALVATONE – L’avevano adottata insieme, un anno fa, al Canile di Calvatone. Patty, un cane anziano, uno splendido pastore belga di quelli che in genere non guarda nessuno proprio per l’età avanzata. Un gesto che Mirella aveva fatto insieme alle figlie Francesca e Vanessa. Lei, la mamma, di Pozzaglio, volontaria “Una donna di gran cuore – come ricordano le altre volontarie de ‘La Cuccia e il Nido’ – sia nell’adozione fatta l’anno scorso, sia per la disponibilità, l’educazione e l’amore che hanno madre e figlie, verso gli animali e, in particolare, verso i nostri ospiti” e le figlie, educate al rispetto degli animali. Avevano pensato proprio a Patty per fare compagnia a Giotto, l’altro cane di casa. Il 15 agosto dello scorso anno l’evento (perché di eventi si tratta con cani di quell’età) era stato festeggiato così: “Anche stasera possiamo parlarvi di una favola: Patty era stata portata in Canile tre anni fa: ha aspettato e aspettato ma oggi qualcuno si è accorto di lei. Oggi il sogno è diventato realtà e oltre ad una famiglia Patty avrà anche un fratellino, Giotto. Oggi finalmente Patty è andata a casa e può riprendere in mano la sua vita”. Patty era stata portata in canile da una padrona che l’amava tantissimo, ma che non poteva più tenerla perché era diventata improvvisamente aggressiva. Si era staccata da lei con le lacrime agli occhi, ma non poteva mettere a rischio l’incolumità dell’altro cane di casa. Era stato uno di quegli allontanamenti che lasciano tanto dolore insomma, ma che divengono inevitabili. Poi Patty aveva proseguito la sua strada. Già, probabilmente Patty la sua vita l’aveva presa in mano grazie a Mirella, a papà Marco e alle sue figlie. Ma la vita poi si è portata via, il 19 agosto scorso, l’angelo più giovane di casa. Francesca, a soli 11 anni, per un collasso polmonare. Un dolore terribile per la famiglia che, oltre ad aver autorizzato l’espianto degli organi, ha fatto avere allo stesso canile una donazione per gli animali che restano lì. “Volevamo ringraziarli – spiegano dal canile – anche per questo gesto”. Un gesto in memoria di Francesca il cui sorriso, quello dell’angelo, ora veglia su un luogo a loro tanto caro.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti