Commenta

Lega Nord Sabbioneta,
complimenti (ma con ironia)
a Vincenzi per l'elezione

"Auguriamo al nostro primo cittadino un in bocca al lupo, ricordando a lui e a tutti i suoi (ormai pochi) sostenitori che la nostra realtà ha bisogno di una amministrazione presente e puntuale, con le idee chiare che promuova le attività e sviluppi ciò che è rimasto dormiente da troppi anni".
lega-nord-ghezzi-sabbioneta_ev

SABBIONETA – Prima il fair play, poi la richiesta di fare molta attenzione all’ambito locale. Tanto che il fair play lascia presto spazio all’ironia pungente. Così si sviluppa il comunicato stampa della Lega Nord di Sabbioneta dopo l’elezione di Aldo Vincenzi nel consiglio provinciale di Mantova. “Apprendiamo con sommo piacere dalla stampa locale che il nostro Sindaco di Sabbioneta, Prof. Aldo Vincenzi, è stato eletto consigliere Provinciale in quota alla lista organizzata dalla segreteria provinciale del PD – si legge nel comunicato – . La sezione della Lega Nord di Sabbioneta, nel congratularsi per il buon risultato del primo cittadino della Piccola Atene, non può esimersi di affrontare alcuni temi che secondo noi sono paradossali. Sembra strano ma a noi la figura del sindaco assomiglia sempre di più alla fantomatica figura del protagonista del più grande classico della letteratura fantastica “Lo strano caso del dottor Jekyll e Mister Hyde”.  Ci riferiamo in particolare la fatto che il nostro primo cittadino abbia, non molto tempo fa, totalmente rotto i rapporti con il PD Locale, mentre in ambito provinciale concorre al buon risultato ottenuto ringraziando apertamente l’ideologo della vittoria, il segretario PD di Marcaria, Paolo Stefano Longhini con strali di elogi sulla pagina facebook commentata dai più lungimiranti statisti locali, al motto di “ti abbiamo raccolto i voti”. Cosa non si fa per una poltrona!”.

I toni, insomma, si fanno sarcastici. “E ancora – si legge nello scritto – come non considerare il fatto che il Sindaco sia il primo e convinto promotore del Comitato per il NO al referendum nel territorio Oglio Po al punto tale di organizzare per il 5 settembre proprio nella nostra Sabbioneta, un incontro sul tema dove, a questo punto, dopo la sua lezione in quota PD di dovrà scagliare contro la riforma in modo diverso? Del tipo “sono per il no, ma se passa il si non è poi cosi grave”. Per la serie “ero sempre stato convinto delle mie ideologie politiche…oggi invece va bene anche così”. Per quanto poi alla disponibilità di partecipazione alla vita della Provincia vorremmo capire come intende gestirla, visto che dalla sua elezione, le diverse situazioni della sua Sabbioneta sono sotto il totalitario controllo del fido Balestrieri che decide, suggerisce, corregge e impone. Ci pare piuttosto difficile capire come possa il sindaco di Sabbioneta, già deficitario in quanto a presenze sul suo territorio, sdoppiarsi anche per una attività così complessa come quella di consigliere provinciale. Non crederà di mandare Balestrieri a fare il factotum anche in Provincia? Saremmo molto in apprensione per lo stato d’animo del Presidente Morselli che in questo caso avrebbe tutta la nostra apprensione”.

“Chiudiamo – si legge infine – con l’augurare al nostro primo cittadino un in bocca al lupo, ricordando a lui e a tutti i suoi (ormai pochi) sostenitori che la nostra realtà ha bisogno di una amministrazione presente e puntuale, con le idee chiare che promuova le attività e sviluppi ciò che è rimasto dormiente da troppi anni. Sperando che l’in bocca al lupo sia, come vuole la tradizione, figurato e che il lupo non sia l’armata PD che con la sua bocca ha già fagocitato anche il più resistente Sindaco di estrema sinistra, magari per ottenere nel proprio palmares voti tanto indispensabili in futuro per le prossime sfide politiche ed amministrative. Ce ne accorgeremo presto e il nostro compito sarà proprio quello di vigilare ed informare i nostri cittadini se qualcosa, come immaginiamo, non andrà per il giusto verso”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti