Commenta

Giornata europea
della cultura ebraica,
le iniziative a Bozzolo

La presenza ebraica a Bozzolo, autonoma signoria gonzaghesca, è documentata sin dall’inizio del 1500. Ma è verso la fine di quel secolo che diventa una corposa comunità favorita anche dall’espulsione dai domini pontifici e poi dal ducato di Milano
cultura-ebraica-bozzolo-ev

BOZZOLO – Domenica 18 settembre 2016 in 35 paesi europei e in 74 località italiane, da nord a sud, centinaia di eventi sono organizzati per “La Giornata Europea della Cultura Ebraica” che, per quest’anno, ha come tema “Lingue e dialetti ebraici”, il tutto all’insegna dell’arte, della cultura e della conoscenza con incontri, concerti, degustazioni, visite guidate a Sinagoghe, cimiteri, quartieri ebraici, musei, ecc.

Anche Bozzolo, come ormai da diversi anni, partecipa a questa manifestazione di rilievo internazionale attraverso la disponibilità del Gruppo Culturale “Per Bozzolo” che, con il patrocinio dell’amministrazione comunale e della comunità ebraica di Mantova, permettere l’apertura del locale cimitero ebraico offrendo l’opportunità di scoprire un luogo storico e particolarmente significativo visitando questa interessante testimonianza della presenza di una comunità ebraica che, inserita positivamente nel tessuto sociale, economico, politico e culturale, ha lasciato un segno significativo a cui la nostra comunità è particolarmente legata.

La presenza ebraica a Bozzolo, autonoma signoria gonzaghesca, è documentata sin dall’inizio del 1500. Ma è verso la fine di quel secolo che diventa una corposa comunità favorita anche dall’espulsione dai domini pontifici e poi dal ducato di Milano di quelle comunità ebraiche. A testimonianza di ciò già nel 1611 Isabella Gonzaga da Novellara, moglie di Ferrante Gonzaga e madre di Scipione, concesse alla comunità l’apertura di un cimitero all’interno del paese (attuale via De Amicis e non più esistente).

Poi nel 1797, con la disposizione governativa che impose lo spostamento dei cimiteri fuori dai centri abitati, venne concessa l’apertura dell’attuale cimitero ebraico in via Cremona (ora via Margherita Beduschi Zanchi riconosciuta giusta fra le nazioni dall’Istituto per la memoria della Shoah nel 2000). All’interno del cimitero si trovano alcune lapidi settecentesche provenienti dall’antico cimitero. Nella camera funeraria è allestita una mostra permanente di documenti, immagini e Kettubba (contratti nuziali).

Il cimitero rimarrà aperto dalle ore 9.00 alle ore 19.00 e sono previste due visite guidate tenute dal prof Ludovico Bettoni e da Giuseppe Valentini alle ore 11.15 e alle ore 16.30. E’ aperta anche la possibilità di visitare l’importante cimitero ebraico sito nel comune di Ostiano (CR), territorio che apparteneva al principato gonzaghesco di Bozzolo. Il cimitero sarà  aperto dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (per informazioni 3287181527).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti