Commenta

Massimo Zamboni a
Sabbioneta, presenta
'L'eco di uno sparo"

Si tratta di un romanzo in cui lo scrittore racconta la storia di suo nonno Ulisse, squadrista fascista ucciso dai GAP nel 1954.
massimo_zamboni-620x330

SABBIONETA – Nel programma di SabbioNote nella serata di venerdì 16 settembre alle ore 21 presso il teatro all’Antica è previsto il secondo incontro letterario della rassegna  SabbionetaIncontra 2016.

Protagonista della serata l’autore  Massimo Zamboni che presenterà “L’eco di uno sparo”  edito da Einaudi.  Si tratta di un  romanzo in cui lo scrittore racconta la storia di suo nonno Ulisse, squadrista fascista ucciso dai GAP nel 1954. A quell’uccisione, molti anni dopo, ne farà seguito una seconda, ma questa volta la vittima sarà uno dei due partigiani autori della prima uccisione. Il carnefice è il suo compagno, molti anni prima, nell’uccisione di Ulisse. Queste vicende personali riassumono l’intera storia di un popolo. Un racconto sulla necessità di spezzare l’eco di quegli spari che ancora dividono le generazioni a 70 anni dalla fine del conflitto”.

Massimo Zamboni è stato chitarrista e compositore dei CCCP e poi dei CSI.

A dialogare con l’autore interverrà il prof. Aldo Vincenzi. La serata è ad ingresso libero.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti