3 Commenti

A Cividale il limite dei 30 km/h
"Troppi incidenti e troppi
rischi nella piccola frazione"

"Bisogna tuttavia essere consapevoli - spiegano dall'Amministrazione - che la limitazione alla velocità, introdotta nel centro abitato (30 km/h), serve a contenere, ma non ad eliminare, le possibilità che i bambini e gli adolescenti, ma anche gli adulti, a piedi o in bicicletta, vengano travolti dai mezzi in movimento".
cividale_30-ora_ev

CIVIDALE (RIVAROLO MANTOVANO) – Nei primi 6 mesi del 2016, si sono verificati tre incidenti nella piccola frazione di Cividale e sabato 17 settembre il pulmino della scuola, in uscita da Cividale verso Spineda con i ragazzini a bordo, ha fortunosamente evitato lo scontro frontale con un furgone, che entrava in paese senza rispettare i limiti di velocità.

Cividale si sviluppa del resto sull’incrocio di due strade provinciali percorse anche da mezzi pesanti. I risultati preoccupanti del monitoraggio del traffico, effettuato con mezzi elettronici dalla Provincia nel settembre del 2015, le dimensioni ridotte della carreggiata e dei marciapiedi, la crescente incidentalità manifestatasi, hanno guidato la scelta dell’Amministrazione comunale di istituire, nel centro abitato, gli attuali limiti di velocità, dopo avere sentito il parere della Provincia di Mantova.

“Bisogna tuttavia essere consapevoli – spiegano dall’Amministrazione – che la limitazione alla velocità, introdotta nel centro abitato (30 km/h), serve a contenere, ma non ad eliminare, le possibilità che i bambini e gli adolescenti, ma anche gli adulti, a piedi o in bicicletta, vengano travolti dai mezzi in movimento. Molto più efficaci sono i comportamenti rispettosi del codice della strada ed il senso di responsabilità che ognuno di noi è chiamato ad esercitare quando si trova alla guida di un autoveicolo. Il controllo e le eventuali sanzioni, in caso di infrazione, rientrano nei compiti di Eridanus, il corpo di polizia intermunicipale recentemente istituito”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Il Passante

    Buongiorno. Vorrei fare una precisazione nel merito di
    quanto dichiarato dall’amministrazione alla Vs. redazione. Concordo
    sull’opportunità di imporre i 30 km/h sulla via che dal semaforo di Cividale,
    attraversa il paese e porta a Spineda perché effettivamente si tratta di una
    strada stretta con marciapiedi di ridotte dimensioni. Ma l’altra strada che
    attraversa Cividale, mi riferisco a quella che da Bozzolo porta a Sabbioneta è
    dotata di ciclabile quindi non ci sono pericoli per pedoni e ciclisti, quindi
    perché si sono imposti i 30 km/h? Diciamo che, mio modo di vedere, la
    spiegazione data alla Vs. redazione è alquanto parziale e lacunosa; forse
    perché non si può dire che il vero motivo risiede nelle casse del comune?

    Cordiali saluti

  • gigi30

    Caro Sig. Sindaco, tralasciamo la giustificazione retorica che la sicurezza dipende dal comportamento degli automobilisti. Questo vale non solo per Cividale.
    Per fare vera prevenzione e sicurezza, soprattutto nella zone con limite di 30 km/h, si installano i dissuasori a terra che obbligano a rallentare, tutti e sempre, 24 ore al giorno, mentre l’autovelox fa rallentare solo quando c’è la pattuglia e gli automobilisti ne segnalano la presenza con i fari. Serve solo per fare cassa a spese di quei pochi sfortunati, che alla folle velocità di 41 km/h sono costretti a versare un obolo di 169 euro, togliendolo dalle già magre entrate. Quando poi non c’è la pattuglia c’è gente più incosciente e più fortunata che passa indenne a 100 Km/h.
    Rifletta sig. Sindaco, rifletta, e veda se non è il caso di vergognarsi e di rivedere la decisione presa.
    Cordiali saluti

  • Artur Miller

    Invece di tirar fuori due soldi per un cartello che non servirà a niente sarebbe meglio spendere nella manutenzione stradale visto che la provinciale in oggetto fa veramente schifo, è piena di buche e di rappezzamenti, soprattutto nel tratto che va verso Sabbioneta, che non occorre nemmeno introdurre un limite di velocità perché si va già piano di per sé. Nemmeno in paesi sottosviluppati ci sono strade del genere!! Vergognoso!!