Commenta

Via Minatori del Belgio
imbrattata con scritte
oscene e antisemite

La segnalazione è arrivata da alcuni cittadini: impossibile, a questo punto, individuare i responsabili degli atti vandalici, anche perché non si esclude che le scritte siano frutto di mani diverse. Le scritte più innocue, ad esempio, sembrano riconducibili alla cosiddetta “leva” della classe 1998. Poi però si esagera.
via-minatori-belgio_ev

CASALMAGGIORE – Scritte goliardiche, nel caso meno peggiore, e soprattutto disegni scurrili, insulti ai carabinieri e alle forze dell’ordine in genere e persino bestemmie ben evidenti e leggibili. Questa la brutta sorpresa che, da qualche giorno, qualche “graffiato” improvvisato, ha voluto regalare alla cittadinanza di Casalmaggiore, in particolare in via Minatori del Belgio, la piccola viuzza che un tempo conduceva al vecchio campo sportivo di via Corsica e ora porta al parco pubblico sorta in sostituzione della precedente struttura. Una vita che peraltro porta un nome importante, ricordando i tanti italiani (anche casalesi) che partirono per il Belgio a caccia di fortuna e in qualche caso trovarono invece la morte sul lavoro.

La segnalazione è arrivata da alcuni cittadini: impossibile, a questo punto, individuare i responsabili degli atti vandalici, anche perché non si esclude che le scritte siano frutto di mani diverse. Le scritte più innocue, ad esempio, sembrano riconducibili alla cosiddetta “leva” della classe 1998, come dimostra proprio questa classe di nascita più volte riportata lungo il piccolo muro che circonda il vialetto. In altri casi invece si esagera davvero, con disegni osceni e scritte offensive, volgari e in qualche caso al limite dell’antisemitismo, che per ovvi motivi abbiamo deciso di non mostrare nelle fotografie.

G. G. 

© Riproduzione riservata
Commenti