Commenta

Le difficoltà del postino
errante: quante sono
le case sparse?

A Casalmaggiore e dintorni esistono 350 indirizzi in via “Case Sparse” distribuiti (è proprio il caso di dirlo) in diverse frazioni da Cappella, a Vicomoscano eccetera eccetera. Per non parlare delle vie doppie come nel caso di via don Grossi, via Lazzaretto, via Ferrari
poste

CASALMAGGIORE – Molto spesso ci si lamenta dei ritardi nel ricevimento della corrispondenza. Scaricando le colpe sul servizio postale e su coloro che non svolgono il compito assegnato con diligenza e professionalità. Facendo però una riflessione più ampia ci si accorge che anche da parte degli utenti si commettono errori ed omissioni, come ad esempio quello di non apporre il nome sulle cassette delle lettere. “In particolari nei condomini c’è la cattiva abitudine di non mettere i dati anagrafici corretti – spiega uno di questi portalettere – E’ vero che la privacy consente l’anonimato però occorre capire che per noi diventa impossibile effettuare un servizio adeguato”.

Il postino racconta di un assegno rimasto inevaso per più di un mese perchè il destinatario non aveva comunicato il cambio di residenza ”Abbiamo lasciato l’avviso della raccomandata nella cassetta presso la casa dove aveva sempre abitato e dopo il tempo previsto la lettera abbiamo dovuto rispedirla al mittente”. Poi ci sono gli stranieri che hanno dei cognomi difficili oltre a quelli che convivono e non aggiungono il nome di chi risiede nello stesso appartamento. A queste “distrazioni” va aggiunta anche la confusione creata dalle Amministrazioni comunali in fatto di toponomastica.

A Martignana ad esempio appare il numero civico di una via sulla facciata di una casa nel frattempo inglobata da un nuovo quartiere che ha assunto un’altra toponomastica. A Casalmaggiore e dintorni esistono 350 indirizzi in via “Case Sparse” distribuiti (è proprio il caso di dirlo) in diverse frazioni da Cappella, a Vicomoscano eccetera eccetera. Per non parlare delle vie doppie come nel caso di via don Grossi, via Lazzaretto, via Ferrari che esiste sia a Casalbellotto che a Fossacaprara. A tutta questa caotica babele si aggiungono i casi di omonimia che vede un numero impressionante di cognomi uguali dai Visioli ai Boldrini, ai Lodi Rizzini, Sarzi Puttini che, se non accompagnati da un preciso indirizzo, aumentano le difficolta dei portalettere che poi ricevono i fulmini da parte dei cittadini se non si vedono recapitare puntualmente e correttamente la corrispondenza.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti