Commenta

Smaltimento rifiuti,
le telecamere fanno
il loro dovere

frigor_ev

Ha funzionato bene il sistema di videosorveglianza di via al Porto, nella zona del centro raccolta rifiuti. Come noto lì vengono smaltiti, regolarmente, i rifiuti di un certo peso e volume, a patto ovviamente che il tutto avvenga, senza nessun esborso economico, negli orari di apertura del centro.

Sabato scorso alle 19.08, tuttavia, due persone non ancora identificate a bordo di Fiat Ducato bianco hanno accostato vicino alla zona preposta alla smaltimento e, trovando i cancelli sbarrati (l’orario di chiusura era sopraggiunto), hanno pensato di lasciare un freezer e un frigorifero davanti al cancello del centro, peraltro al lato della carreggiata stradale, che in parte è stata così invasa.

Dopo la segnalazione di alcuni cittadini, il gruppo di Guardie Ecologiche Volontarie di Casalmaggiore si è attivato per risalire agli autori del fatto e, grazie alla registrazione delle telecamere, è stato individuato proprio il Fiat Ducato. Le sanzioni, per lo smaltimento irregolare come quello appena descritto, arrivano a qualche centinaia di euro, ma l’episodio specifico, in particolare, ha spinto le Gev a promettere una sorveglianza intensificata nei paraggi del centro raccolta.

Non è tutto. Prosegue sempre da parte delle Gev la mappatura del territorio in riferimento alla raccolta differenziata: alcune zone sensibili sono già state individuate. Spesso e volentieri infatti tocca alle persone preposte alla raccolta della Casalasca Servizi dividere i rifiuti, proprio per la negligenza di qualche cittadino, che non divide i rifiuti come dovrebbe. La situazione più grave in tal senso si è verificata nella zona del parco di via Corsica-via delle Poste: l’infrazione in questo caso è aggravata dal fatto che proprio in quel luogo si trova una piazzola ecologica molto più moderna di tante altre. Rispettare le regole, lì, dovrebbe essere più semplice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti