Commenta

Insultò il vigile
Camionista deve
pagare 1600 euro

giudice-di-pace

Intensa mattinata nell’aula del Giudice di Pace per dirimere le molte questioni legate ai difficili rapporti tra le persone e alla frequente litigiosità che contraddistingue la cosiddetta società civile.

Dopo diversi rinvii, tentativi di conciliazione e remissioni di querele il giudice Beatrice Ghillani ha emanato un paio di assoluzioni e una condanna.

Interessante in particolare il caso di un autotrasportatore mantovano reo di aver ingiuriato un agente della Polizia locale di Casalmaggiore. Quest’ultimo episodio risaliva al 2007, allorchè il vigile Luca Medoro aveva fermato un camionista colpevole di essere salito con le ruote sul pavè della rotonda Conad, mettendo a rischio l’incolumità dei passanti.

L’autotrasportatore, dopo essersi fermato all’alt e avere dato della “faccia di m” al vigile se ne era ripartito superando il ponte sul Po incurante dell’inseguimento da parte della guardia e delle altre forze dell’ordine messe in campo in territorio parmense. L’autista, dopo una specie di inseguimento all’americana era stato fermato e identificato in un’area di servizio poco prima della Cisa, una novantina di chilometri lontano da Casalmaggiore.

Ieri l’imputato, assente dall’aula e difeso dall’avvocato Gianfranco Rinaldi (Medoro era invece rappresentato dall’avvocato Simonetta Aroldi) è stato condannato ad 600 euro di multa e a mille euro di risarcimento nei confronti della parte offesa oltre alle spese di giudizio.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti