Commenta

“Didone abbandonata”
guida all’ascolto
con i ragazzi del Romani

bibliobolsi_ev

“Didone abbandonata”, musicatissimo melodramma di Pietro Metastasio è stato il cuore della lezione con guida all’ascolto del dottor Vittorio Rizzi, musicologo e anima della biblioteca Mortara di Casalmaggiore, rivolta agli studenti della IV Liceo Classico del Polo Romani.

Questa mattina, infatti, al piano superiore della biblioteca casalese, nell’ex piano nobile del glorioso Ginnasio Barnabitico, i ragazzi hanno potuto studiare la musicalità della poesia di Metastasio e delle melodie della legione di musicisti che hanno regalato il loro talento alla tragedia dell’eroina virgiliana.

Una trentina di artisti, ovvero un’intera epoca, si è confrontata con il cantabilissimo testo del Poema Cesareo: da qui la felice intuizione del dottor Rizzi che, con la consueta e appassionata competenza, ha proposto le Didoni della scena teatrale settecentesca.

Anche i “new media” hanno garantito un prezioso contributo, consentendo di conoscere e apprezzare le diverse interpretazioni musicali e teatrali distribuite nell’arco di un secolo, da Sarro a Piccinni, dall’Italia all’Inghilterra: youtube ha consentito una ricerca attenta e completa, in grado di democratizzare messaggi culturali ed esperienze estetiche solitamente destinati ad un pubblico di specialisti, ad una “oligarchia di parrucconi”, come l’ha definita il professore della classe Giuseppe Franco Bolsi.

“New media”, si diceva, a sottolineare il felice impegno della biblioteca Anton Enrico Mortara nel processo di aggiornamento tecnologico, nell’impegno culturale aperto all’incontro con gli studenti casalesi. Un importante appuntamento, che rientrerà nel volume “Cultura del territorio”, che giungerà nel prossimo maggio alla nona edizione, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Casalmaggiore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti