Commenta

Viadana, Penazzi:
ufficio legale valuta
se querelare Frijio

penazzi-frijio_ev

Per “tutelare il buon nome e l’onorabilità del comune di Viadana”, l’ufficio legale sta valutando l’opportunità di querelare Giovanni Frijio per “per diffamazione a mezzo stampa e gli organi di stampa che hanno diffuso il suo comunicato”: questa è solo una parte del contenuto dell’ultimo comunicato diffuso dal sindaco di Viadana Giorgio Penazzi, in risposta alle dichiarazione di Giovanni Frijio che denunciava l’esasperazione dei viadanesi per la situazione politica del proprio comune e accusava l’amministrazione di esercitare un potere oligarchico, richiamandola a maggior trasparenza.

Ecco la replica di Penazzi.

Giovanni Frijio, proprio lui che, già tesserato Pd aveva chiesto una poltrona di assessore a Pavesi e, non avendola ottenuta, si candidò in Udeur (partito di ispirazione cattolica) per militare ora nell’estrema sinistra (Sel), intende dare lezioni di coerenza a questa amministrazione?

Non si possono poi accettare accuse in merito a presunti nepotismi, appalti o gare a rischio di illegalità nel Comune di Viadana. Se vi sono tali sospetti oppure certezze invito Frijio a denunciare le presunte irregolarità alla Procura della Repubblica, la sola autorità competente per tali generi di reati.

Nonostante le basse insinuazioni intendo confortare i cittadini di Viadana che nel nostro comune si agisce in modo trasparente nel pieno rispetto delle leggi.

Viene regolarmente applicata la normativa comunitaria, quella nazionale con particolare riferimento al  D.lgs 163/2006, la normativa regionale ed il Regolamento Comunale sulla disciplina dei contratti in materia di approvvigionamento di beni e servizi e di appalti di lavori pubblici.

In ogni caso previsto per legge si applicano procedure aperte per la scelta dell’operatore economico, alle quali possono partecipare tutti i soggetti che ne abbiano titolo.

L’ufficio legale sta valutando l’opportunità di tutelare il buon nome e l’onorabilità del Comune di Viadana querelando per diffamazione a mezzo stampa il sig. Frijio e gli organi di stampa che hanno diffuso il suo comunicato. Chi parla e chi diffonde le false notizie dovrà assumersi la responsabilità di ciò che afferma e poi deciderà il tribunale se le sue accuse siano fondate oppure no.

E’ opportuno che il sig. Frijo la smetta di gettare fango su di una amministrazione che , in questi momenti particolarmente difficili, opera attivamente per il bene della sua città. Perché non lasciare lavorare questa Giunta e poi giudicheranno i cittadini a fine mandato.

Ridicoli poi i sospetti in merito a presunte eminenze grigie che nell’ombra guiderebbero in segreto il Comune. Le nostre “eminenze” sono i nostri cittadini che meritano il nostropiù  profondo rispetto. Magari è proprio chi accusa che ha qualche suggeritore esterno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti