Commenta

Viadana, sport come
scuola di vita alla
“Giornata dei Campioni”

viadana-sport-ev

Nella foto, gli atleti presenti a Viadana per la Giornata dei Campioni

Lo sport e la scuola come veicolo unitario per dare ai giovani l’opportunità di una crescita completa e soddisfacente.

Questo in sintesi il significato della Giornata dei Campioni, assemblea d’istituto che ha coinvolto oggi gli studenti dell’ITC e riguarderà domattina i liceali.

L’evento si è svolto all’Auditorium di Viadana con i rappresentanti più prestigiosi dello sport locale che hanno saputo raggiungere risultati positivi sia a scuola sia nelle proprie discipline.

Così insieme ad una rappresentativa del rugby Viadana, hanno preso parte alla bella e originale iniziativa Alessandra Feudatari, Fausto Desalu, Andrea Morelli, Marco Falchetti, Andrea Devicenzi, Simone Raineri e due rappresentanze della pallavolo Pomì e  del Rugby Viadana.

Presentati uno ad uno dal docente Stefano Ventura (c’era anche il docente Calogero Tascarella di Casalmaggiore) ciascun atleta ha parlato della propria esperienza umana e sportiva confermando ai ragazzi come con la volontà si possano raggiungere importanti obiettivi.

Così il giovanissimo Fausto Eseosa Desalu ha paragonato gli ostacoli che a lui tocca superare sul campo d’atletica a quelli che ciascuno di noi può incontrare nella vita, senza scoraggiarsi se si cade, trovando la forza per rialzarsi e proseguire.

Commoventi le immagini della conquista della vetta in India da parte del ciclista disabile Andrea Devincenzi e la vittoria della medaglia d’oro nel canottaggio di Simone Raineri con la telecronaca esplosiva di Giampiero Galeazzi nel 2000 alle Olimpiadi di Sidney.

Alla fine un saluto è arrivato anche dalla preside Barzoni che si è complimentata per l’organizzazione.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti