Commenta

Calcio Oglio Po, c’è
Cannetese-Rivarolo
Brivido Pomponesco

calcio_ev

La vera notizia è che si gioca, o almeno si dovrebbe. Nel senso che non è ancora arrivato nessun comunicato di rinvio. In altre occasioni sono saltate intere giornate, dopo acquazzoni, per molto meno: forse, questa volta, l’intasamento dei calendari ha spinto le Federazioni a non prendere decisioni affrettate.

Questa volta l’analisi parte dalla coda, perché in programma c’è il derby di Terza mantovana CanneteseRivarolo: biancoverdi favoriti, hanno vinto tutti e tre i confronti diretti precedenti, ma i rossoblu contro le big si esaltano. Vero è che il team di Pandolfo arriva da due ko contro le ultime della classe, ma i giovani cannetesi si sanno trasformare quando conta. La formazione di Stanga, dal canto suo, non può fallire: deve mantenere i 4 punti di vantaggio sulla Serenissima, messi a repentaglio già dal fatto che la seconda deve recuperare due gare.

Salendo in Promozione emiliana la Casalese va a Cadelbosco in casa di una formazione neopromossa ma temibile: contro le big ultimamente gli uomini di Agazzi spremono punti inattesi, chissà che la conferma non arrivi oggi dalla tana della sesta in classifica. Di certo sembra più semplice il compito delle inseguitrici dei biancocelesti: il Fabbrico gioca in casa con la Falk, la Langhiranese con la Medesanese.

In Prima emiliana invece il Viadana di Angelo Boni, reduce dallo spreco di Pievecella di mercoledì (avanti 2-0 con reti di Filippo Boni e Marku si è fatto raggiungere, confermando lo zero nella casella vittorie in trasferta), ospita il Gattatico quinto in classifica. Occorre vincere per dare lo strappo definitivo e incamerare una salvezza che va facendosi più faticosa del previsto.

In Prima lombarda, invece, Pomponesco-Don Bosco è un mezzo derby: contro i ragazzi di Marcaria, i blues devono muovere ancora la classifica, come hanno saputo fare con le big Sported, Gonzaga e Leoncelli, magari mettendo insieme, questa volta, tre punti filati. Non facile contro una formazione talmente in forma da essere passata, nell’ultimo mese e mezzo, da un anonimo centro classifica a un piazzamento playoff.

Seconda categoria sulla carta non impossibile: nel cremonese il Gussola va in casa della Cicopieve per staccare la zona rossa di 7 punti e mettersi di fatto al sicuro; la Martelli giocherà a Montodine (campo brutto, possibile il rinvio, ma vale anche per Pieve San Giacomo) per avvicinare il terzo posto; il Psg, lontano dal primato, prova invece a consolidare la seconda piazza: in casa dello Spinadesco non è facile, ma Sesto 2010-Torrazzo, sfida tra inseguitrici, non consente di sbagliare.

Chiude la Seconda mantovana: negli ultimi due mesi San Matteo e Dosolo hanno viaggiato con freno a mano e ora rischiano di restare entrambe fuori dai playoff. Per rientrare nel giro che conta, ferma restando la necessità di uno stop per Cerlongo e Acquanegra là davanti nell’attuale griglia post-season, la formazione di Beltrami deve stendere una Villimpentese sorprendente, che ora è indietro rispetto ai rosanero di 3 soli punti; vincendo il San Matteo farebbe un favore alla squadra di Rossi, che contro il Suzzara non può sbagliare se non vuole rischiare di finire addirittura nell’ingorgo playout. La classifica, in Seconda P, è più che mai corta.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti