Commenta

Da Brugnolo a Lucerna
La storia della casalasca
Marcella Vezzoni

vezzoni-web_ev

Ha frequentato un semestre all’estero negli Stati Uniti a Los Angeles, durante l’università, ha acquisito il Master a Rotterdam, in Olanda, dove, ad Amsterdam per la precisione, ha pure seguito uno stage. Infine ha trovato lavoro a tempo indeterminato in Svizzera, a Lucerna, presso l’azienda Education First, nell’ambito dell’educational tourism. Ecco la storia di Marcella Vezzoni di Brugnolo, frazione di Rivarolo del Re, pubblicata stamattina dal sito casalaschi nel mondo.

“Fare esperienza all’estero” racconta la ragazza “è sempre stata una delle mie aspirazioni, spinta soprattutto dagli esempi di mio fratello e mia sorella più grandi, che hanno vissuto, studiato e lavorato all’estero per diversi anni. Lavoro in Svizzera da un anno e il bilancio fino ad ora è molto positivo: questa sistemazione permette di avere un alto livello della qualità della vita, uno stipendio adeguato, e – non da sottovalutare – un paesaggio montano mozzafiato. Inoltre, l’ubicazione della Svizzera permette di tornare in Italia abbastanza frequentemente a proprio piacimento”.

“Dopo diversi anni vissuti all’estero e in ambienti internazionali” prosegue Marcella “sono felice di avere un’esperienza che mi permette di non sentirmi fuori luogo ed estranea quando viaggio, e di avere a che fare con persone, cibi, lingue, film, canzoni, provenienti da quasi tutto il mondo. Detto ciò, è importante riconoscere che l’Italia (e il casalasco in particolare) rimane il luogo dove riconosco a prima vista le piante, i campi, gli animali, il dialetto, le persone. E questa sensazione impagabile non può ripetersi in nessuna altra nazione, per quanto vi si rimanga”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti