Commenta

Rapina a mano armata
al negozio Benetton
Arrestato un 30enne

rapina-benetton-ev

Nella foto, l’ingresso del negozio dov’è stata compiuta la rapina

Rapina a mano armata, nel pomeriggio di martedì, al negozio della catena di vestiario Benetton di via Repubblica che si affaccia sulla rotatoria Conad.

Un bandito col volto travisato è entrato nell’esercizio e brandendo un coltello ha intimato al titolare, A. C. bresciano di Remedello ma residente ad Asola dove gestisce un altro punto vendita Benetton, e alla commessa che era in cassa di dargli i soldi. Una seconda commessa era al lavoro nel negozio. Il rapinatore si è quindi fatto largo andando dietro al bancone. Ha sfilato il cassetto contenente l’incasso di giornata e facendo cadere alcune monetine è poi fuggito a piedi. Nel tentativo di ostacolare la fuga del malvivente, il titolare è stato sfiorato dalla lama del coltello.

Lo stesso titolare del negozio ha inseguito il bandito di corsa, fin quando questi si è dileguato scavalcando il recinto di una villa in via Mazzini e fuggendo nei campi.

Durante la fuga, il rapinatore si è tolto il passamontagna: aveva la carnagione chiara stando alla testimonianza del titolare che lo rincorreva.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Radiomobile di Casalmaggiore, che hanno avviato subito le ricerche sulla base dei primi identikit forniti dai testimoni della rapina.

Sotto shock le commesse.

Attorno alle 18 il presunto rapinatore è stato arrestato: si tratta di un 30enne mantovano, di Canneto sull’Oglio, sorpreso dai carabinieri di Casalmaggiore a piedi sulla strada per Sabbioneta con in tasca all’incirca 500 euro, probabilissimo bottino della rapina: le generalità saranno rese note soltanto domani, durante la conferenza stampa convocata per le ore 10.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti