Commenta

Calcio Oglio Po
A Dosolo big match
della domenica

calcio_ev

Mancano sempre meno domeniche al traguardo e così il calcio del comprensorio si scalda per turni sempre più decisivi. Anche perché, ad eccezione della Cannetese, tutte le squadre hanno ancora molto da giocarsi.

Cominciamo, come di consueto, dalla Promozione Emilia, dove la Casalese è attesa da una sfida impossibile: in casa della capolista Arcetana, lanciata da due mesi a tutta, fare punti sarà dura, ma occorre provarci, anche perché Fabbrico e Langhiranese rischiano di avvicinarsi e soprattutto la Falk, in casa contro un Traversetolo non certo irresistibile, rischia di far scivolare via la quota per la salvezza diretta.

Sempre in Emilia, ma in Prima categoria, il Viadana, reduce dal pari di Nonatola, gioca in casa contro il Campagnola: sulla carta è l’occasione per strappare finalmente tre punti che, sul campo, mancano dal 2012 (l’ultimo successo, a gennaio, fu ottenuto sul Cavezzo a tavolino per un errore dei modenesi). Vincere significa avvicinare sensibilmente la salvezza, contro un team ormai tranquillo, che non deve chiedere nulla al campionato.

In Prima categoria lombarda, invece, il Pomponesco si è finalmente messo a correre: non fa testo l’ultimo ko contro il Sarginesco capolista, fanno invece piacere i soli 4 punti che separano i blues dalla salvezza diretta. Peraltro la Roverbellese va a Calcinato, campo ostico, mentre il Pomponesco può superare, sulla carta, una Vighenzi che viaggia col freno a mano tirato (ha pareggiato contro l’Olmese penultima, peraltro rischiando grosso). Si può fare, insomma e, se tutto va bene, stasera la salvezza potrebbe essere a un solo punto.

Seconda categoria, al solito, ricca di spunti: non può essere altrimenti con cinque squadre impegnate. Nel cremonese il Psg va a Persico Dosimo per coltivare quello che fino a un mese fa sembrava un sogno impossibile: il Pescarolo, sculacciato dai blaugrana 4-0 mercoledì, sembra in crisi e allora i 5 punti da recuperare non sembrano una rincorsa così improba. Serve però vincere sempre. E deve vincere anche la Martelli, che in casa contro la Sospirese rigenerata ma pur sempre ultima non può fallire l’appuntamento. Sin qui l’alta classifica. Il Gussola, invece, fuori casa contro il Sesto 2010 deve strappare almeno un altro punticino, per non rischiare di scivolare ancora: la zona rossa, dopo due mesi senza vittorie, è dietro di soli tre punti.

Nel mantovano è il giorno del big-match Dosolo-Dak Ostiglia. La sfida alla capolista è l’occasione (l’ultimissima, senza appello) per capire se i biancorossi di Araldi sono ancora da playoff. Devono vincere sempre, anche oggi, in un match alimentato alla vigilia dalla scelta “singolare” della Federazione, che ha spedito ad arbitrare lo stesso direttore di gara che espulse l’intera panchina dosolese a Monzambano. Si poteva usare un po’ più di buon senso… San Matteo invece sfida il Sermide, dopo che troppi pareggi hanno inficiato le reali ambizioni dei tutti neri: anche qui tre punti d’obbligo, prima di capire se una tra le due formazioni “cugine” potrà coltivare il sogno post season nello scontro diretto del 25 aprile a Cizzolo.

Chiusura sulla Terza categoria: la Cannetese gioca in casa del Malavicina per provare a colmare un altro gap, quello di tre punti che la separa dai rivali odierni. Ma la vera missione da non fallire è per il Rivarolo: serve un successo contro l’Iveco Suzzara, già strapazzato proprio a Canneto domenica scorsa. Detto che la Serenissima non dovrebbe fallire i tre punti contro la Ceresarese, l’impressione è tutto si deciderà nello scontro diretto del 25 aprile a Rivarolo, con gli ospiti che, forti di 2 punti di vantaggio, potranno allora anche difendere il pari.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti