Commenta

Sempre più polemiche
nel Pd viadanese:
Nizzoli contro Zanazzi

nizzoli-viadana-zanazzi-ev

“Non mi stupisce aprire i giornali questa mattina e trovare il capogruppo PD che chiede le dimissioni di un assessore PD”: parole di Fabrizio Nizzoli, segretario del Partito Democratico viadanese. Il riferimento è al capogruppo Paolo Zanazzi, che in merito alla questione biblioteca ha attaccato l’assessore Sara Viscusi chiedendone le dimissioni.

“Non mi stupisce – prosegue Nizzoli – perché da tempo sei consiglieri del nostro partito lavorano contro l’amministrazione che dichiarano di voler sostenere e contro il loro partito. Non mi stupisce soprattutto dopo aver avuto l’elenco dei presenti, ieri sera a S.Matteo, alla riunione organizzata dal ex autoproclamato segretario cassato ed auto-sospeso Bellini”.

“Vi erano gli esponenti di opposizione di Portanuova, Rocchi e Gialdi che da tempo chiedono che si torni al voto. Erano presenti i sei consiglieri PD e qualche membro del vecchio coordinamento ed era presente il consigliere UDC che ha recentemente votato, in linea con le opposizioni, contro il bilancio”.

“E’ evidente – secondo Nizzoli – che si prepara una futura coalizione da presentare alle prossime elezioni comunali. E’ ormai evidente che si cerca di far cadere a spallate l’amministrazione per poi andare al voto. E’ evidente l’ambizione di comando che noi sosteniamo ormai da mesi. Quindi perché aspettare di verificare cosa sia successo, magari parlare con il proprio assessore, cercare una soluzione? Quale ghiotta occasione deve essere sembrata al capogruppo Zanazzi quella di poter attaccare ancora una volta la giunta che vuol mandare a casa nella speranza di essere il prossimo sindaco o vice”.

“Intelligenza vorrebbe – continua l’attacco di Nizzoli – che si cercasse di smorzare le polemiche per il bene di un partito che oggi più che mai avrebbe bisogno di cure e non di stilettate. Riconoscendo quindi la mancanza parziale di questa dote, anche nel sottoscritto, di certo non potevo lasciar correre e rischiare di essere accomunato a chi ancora una volta porterà rancore, divisione, problemi alla nostra comunità”.

Nizzoli conclude esprimendo “tutta la mia solidarietà e quella del partito a Sara Viscusi che giovanissima, si è messa a disposizione della sua comunità e che alla sua prima breve esperienza amministrativa viene pugnalata alle spalle dal suo stesso capogruppo. Chi accusa noi giovani di non essere imparziali e di volere il potere, metta a disposizione il proprio mandato a favore del ricambio, come altri esponenti del partito hanno fatto e come sono disposto a fare io. Mi dimostrino che non sono attaccati alla poltrona. Allora potrò accettare di prendere lezioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti