Commenta

Penazzi attacca Ferreri:
“Sull’Urp sbraita ma
non ha letto il progetto”

penazzi-viadana_ev

Il sindaco di Viadana Giorgio Penazzi torna sul caso Urp e sui nuovi uffici dedicati, per rispondere a Domenico Ferreri, consigliere dell’Udc che ha duramente criticato il progetto presentato dall’amministrazione viadanese, definendolo dispendioso e poco utile in questo periodo di crisi.

“Le ultime dichiarazioni del consigliere Domenico Ferreri sul progetto della nuova sede dell’ufficio delle relazioni con il pubblico da realizzare nei locali posti di fronte al Municipio” attacca il primo cittadino “sono l’ennesima prova del fatto che egli non abbia nemmeno letto il progetto  relativo; piuttosto le sue tesi sembrano delle ipotesi campate in aria, prive di ogni base tecnica e politica, manifestazioni di semplici capricci da parte di chi, come lui, ne conosce, perfettamente, le potenzialità.

Infatti qualunque viadanese  fuori dalle “lotte politiche”, è perfettamente in grado di riconoscere l’opportunità dell’ampliamento dell’ufficio di ricevimento pubblico con il suo spostamento presso  i locali denominati “Galleria Bedoli”,  e di apprezzare lo sforzo organizzativo dell’amministrazione comunale finalizzata all’efficienza e al risparmio”.

“Nel progetto che Ferreri non ha letto” spiega Penazzi riferendosi alla scarsa attenzione alla cultura della quale Ferreri ha accusato l’amministrazione “si prevedono, in simbiosi con gli uffici destinati all’attività amministrativa, mostre permanenti di quadri e foto. In detta struttura verrà trasferito lo sportello “Informa giovani” che avrá anche funzioni di promozione delle iniziative culturali organizzate al Muvi. Non é forse cultura questa? Ferreri fino a qualche tempo fa aveva proposto di affittare l’immobile a una agenzia immobiliare.  Si tratterebbe di cultura tale attività? Ferreri cita una mozione approvata dal Consiglio Comunale  che interessava la amministrazione precedente che poneva un veto sulla destinazione ad attività lucrativa.

Anche in adesione a detta manifestazione politica della precedente amministrazione, il progetto centro servizi Urp prevede ed incentiva altresì una destinazione culturale in quanto – nel rispetto della destinazione e della struttura storica e culturale dell’immobile sono previste:

1. Mostre d’arte (pittura e/o fotografia) di artisti locali e non;

2. Promozione delle attività svolte al MU.VI portando così un’informazione più ampia vista la maggiore centralità dei locali;

3. Spazio informagiovani.

Il consigliere Domenico Ferreri insieme all’amico Giuseppe Bongiovanni sbraitano, imprecano, occupano spazi sui giornali lanciando accuse immotivate ma soprattutto non si documentano e non leggono gli atti di consiglio e di giunta. Ferreri attacca l’Amministrazione che ha realizzato i progetti che lui stesso ha condiviso e approvato, per poi rinnegarli. Pertanto le accuse alla giunta d’avere commesso atti illegittimi sono pretestuose ed immotivate”.

Tornando sull’Urp Penazzi rincara, tirando dritto. “Questo nuovo ufficio, così come descritto ampiamente nella sua progettazione, reso fruibile altresì da parte dei soggetti disabili, è un punto polifunzionale, un’interfaccia del Comune con il cittadino dove egli potrà concentrare le proprie richieste e dove egli potrà colloquiare con l’amministrazione comunale per ogni sua esigenza, anche di tipo culturale e sociale. Invito il consigliere Ferreri ad abbassare i toni della polemica e di pensare più ai nostri cittadini piuttosto che alle visioni e alle considerazioni di parte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti