Commenta

“La Rete” è pronta:
aiuti per famiglie,
studenti e anziani

rete-sociale-ev

Nella foto, da sinistra: Daina, Pasotto, Bocchi, Silla, Borghesi e alcuni dei volontari coinvolti

Lo sportello, ubicato al primo piano della sede del Concass, aprirà ufficialmente mercoledì mattina, dalle ore 9 alle 12, quando verrà effettuata la prima distribuzione dei beni compresi nel carrello sociale del progetto “La Rete”, un’iniziativa resa possibile dalla sinergia fra ente pubblico (amministrazione comunale di Casalmaggiore, assessorato ai Servizi Sociali, alle Pari Opportunità e alla Salute) e volontariato (Amurt, ma anche cittadini casalesi di buon cuore).

I 16 mila euro raccolti da Amurt in occasione della Festa della Zucca 2012 sono raddoppiati grazie ad uno stanziamento del comune: con circa 30mila euro a disposizione, “La Rete” potrà garantire sostegno a chi, secondo le valutazione degli assistenti sociali, ne avrà più bisogno.

Tre i settori coinvolti nell’erogazione di aiuti.

Nel carrello sociale rientrano: pasta, riso, latte, biscotti, olio e zucchero. In quest’ambito sono già stati individuati i soggetti beneficiari, una trentina, fra anziani soli e famiglie numerose.

Il sostegno allo studio comprende invece rette scolastiche, abbonamenti ai trasporti pubblici, affitti per studenti fuori sede, libri. In questo senso proseguirà – nei locali del Concass – l’esperienza del mercatino dei libri usati, avviata dal 2010.

Per quanto riguarda l’assistenza medica, previa segnalazione dei medici di base e attraverso il coordinamento del Cav (Centro aiuto per la vita), “La Rete” erogherà servizi come il pagamento di ticket, di esami diagnostici e di prodotti farmaceutici (anche per l’infanzia), ovviando col trasporto sociale al problema degli spostamenti.

“La Rete abbraccia bisogni e disagi”: ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali del comune di Casalmaggiore, Pierluigi Pasotto. “Dopo un notevole travaglio, il progetto potrà partire ufficialmente settimana prossima. Si tratta di un’iniziativa importante, di un nuovo modo di intendere il sociale. Terzo settore e volontariato insieme per Casalmaggiore, cittadini che si impegnano per la loro comunità”: questo il senso de “La Rete”.

“Un progetto significativo – ha precisato il sindaco Claudio Silla – che fa fronte all’incremento del numero di famiglie in difficoltà presenti anche nel casalasco”.

“Il sostegno allo studio – ha approfondito l’assessore Paola Daina – è riservato a studenti universitari e delle scuole superiori, un target non coperto da forme di aiuto. Si procederà per criteri di reddito e di merito, con contributi dai 150 ai 500 euro”.

“In tema di salute – ha spiegato il vice sindaco Luigi Borghesi – agiremo in collaborazione coi medici di base, con il Centro di aiuto per la vita, con la Croce Rossa e l’Auser”.

“Da anni operiamo nel terzo mondo – ha precisato Paolo Bocchi, presidente di Amurt – ma abbiamo pensato che fosse ora di intervenire in Italia, nello specifico sul nostro territorio di Casalmaggiore”.

Fondamentale l’apporto dei volontari e il costante controllo dei Servizi Sociali, per un progetto che, una volta esauriti i fondi a disposizione, potrà essere autofinanziato.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti