Commenta

Pdl di Viadana, sì
alla fusione dei comuni:
“Interesse collettivo”

viadana-dosolo-pompo-ev

Nella foto, da sinistra, i municipi di Viadana, Dosolo e Pomponesco

La sezione di Viadana del Popolo della Libertà è favorevole ad avviare un percorso di fusione con i comuni limitrofi: a sostenerlo è una nota diffusa dal circolo viadanese del partito.

“Il Pdl di Viadana – riporta il comunicato – sostiene l’opportunità, per tutti, di iniziare il cammino verso la fusione con i comuni limitrofi ribadendo che le logiche regionali condotte dall’amministrazione Lombarda sono sempre state impostate sulle politiche distrettuali”.

“E’ corretto – prosegue la nota del Pdl – che i comuni scelgano un’azione sinergica per mantenere i servizi, rafforzare il valore istituzionale del territorio e avere una nuova organizzazione della gestione dell’apparato pubblico efficiente e veloce. Gruppi politici stanno portando avanti il progetto di costituire la macroregione del Nord preferendo una visione politica più alta dove l’unione dei territori deve garantire stabilità ed efficienza”.

“Sull’ipotesi appena nata di procedere alla fusione di Viadana, Pomponesco e Dosolo ci saranno sicuramente resistenze e prove di forze naturali ma poi, la riflessione, dovrà portare i sindaci a capire che gli interessi di ciascun comune devono far parte di un interesse collettivo più ampio che si chiama bene comune. Per fare un semplice esempio di quello che parliamo ci rifacciamo alla caserma dei vigili del fuoco (tema affrontato anche dal sindaco Giorgio Penazzi, ndr): la gestione e l’eventuale futura nuova realizzazione devono essere condotte insieme in quanto la presenza del corpo pubblico è necessaria per la sicurezza di tutto il territorio considerando che le realtà industriali importanti sono situate a Viadana come a Pomponesco e Dosolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti