Commenta

Notte dei musei Parma
Anche Paola Cirani
tra gli organizzatori

correggio_ev

C’è anche la collaborazione di una donna casalese all’interno dell’itinerario “Bianca, rossa e… Verdi: Notte dei Musei 2013” organizzata per questa sera dalla città di Parma.

Paola Cirani, inserita nel cda della Fondazione Santa Chiara di Casalmaggiore, ha infatti lavorato assieme all’ideatrice Angela Spocci, per organizzare un itinerario tra arti e musica nella città del Ducato. La Soprintendenza per i Beni Storico Artistici Etnoantropologici di Parma e Piacenza e la Biblioteca Palatina hanno infatti pensando di offrire per questa sera un percorso fra arti figurative e musica attraverso alcuni dei luoghi più suggestivi della città.

La Spezieria di San Giovanni, la Camera di San Paolo, il Museo Archeologico, la Biblioteca Palatina, la Galleria Nazionale e il Teatro Farnese saranno animati dalle ore 20 alla mezzanotte con interventi musicali e teatrali, con la collborazione di artisti di fama e di giovani promesse del Conservatorio Arrigo Boito, alternati ad approfondimenti specifici sul patrimonio storico-artistico parmigiano, a cura del personale del Ministero per i Beni e Attività Culturali.

L’itinerario partierà alle ore 20 con l’appuntamento all’Antica Farmacia di San Giovanni, dove il violino paganiniano del Maestro Luca Fanfoni aprirà le porte agli spettatori, offrendo un primo saggio delle musiche del tardo Settecento, integralmente giocate tra virtuosismo e tecnica violinistica.

Ci si sposterà poi all’interno della Camera di San Paolo, dove alle 20.20, sotto la volta decorata da Correggio, un complesso di giovanissime arpe (allievi dagli 11 ai 13 anni del Conservatorio) eseguirà musiche di Hasselmans, Andrès, Salzedo, Beauchant, Godefroid.

Alle 20.40 nella cornice del Museo Archeologico, l’applaudita interprete di tragedie e commedie greco-romane Elisabetta Pozzi reciterà brani di “Fedra”, accompagnati da un sottofondo di chitarra.

Anche la Biblioteca Palatina, nonostante la inagibilità che ne comporta la chiusura al pubblico dal dicembre scorso, viene coinvolta per richiamare attenzione e sollecitare sostegno: davanti al portone d’ingresso a partire dalle 21.15 si esibirà il Coro delle Voci bianche della “Corale Verdi”, diretta dalla Maestra Beniamina Carretta.

Il percorso continuerà con gli appuntamenti all’interno della Galleria Nazionale di Parma: alle 21.45 la Sala Moderna ospiterà una formazione pianistica composta per l’occasione da Raffaele Cortesi e Massimo Guidetti, che eseguiranno sinfonie verdiane al pianoforte a quattro mani; alle 22 nel Salone del Sei e Settecento un gruppo jazz composto da cinque allievi del Conservatorio accompagnerà in maniera insolita il percorso tra le opere; alle 22.14 nei Saloni Ottocenteschi un complesso di fiati di allievi del Conservatorio, il Big Brass Quartet, alternerà musiche di Nicola Piovani a musiche di Greenberg, Charpentier, concludendo con “La marcia trionfale” dell’Aida; dalle 22.30, negli ambienti raccolti della Rocchetta, ancora un intervento del violino solista di Luca Fanfoni in simbolico dialogo con gli affreschi di Correggio.

Il gran finale è dedicato al Teatro Farnese, dove dalle 23 tutti i musicisti che si sono esibiti nei diversi luoghi e appuntamenti, si incontreranno per offrire un nuovo momento di ascolto al pubblico. A loro di aggiungerà una giovane soprano, sempre allieva del Conservatorio, accompagnata al pianoforte dalla Maestra Claudia Gori, che canterà alcune arie verdiane di grande intensità e vigore.

A chiusura, infine, il Maestro Roberto Cappello con una “Rapsodia in blu” saluterà il pubblico. La manifestazione è stata resa possibile anche grazie al sostegno della Casa Musicale Del Rio di Luciano Del Rio. L’ingresso è gratuito. Per informazioni: Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza, tel. 0521–233309-233617, info@gallerianazionaleparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti