Commenta

Gioielli da leggere:
al Museo del Bijou
le opere di Masone

perle-ev

Nella foto, una delle creazioni di Fernando Masone

Dal 25 maggio il Museo del Bijou di Casalmaggiore ospiterà i “Gioielli da leggere” dell’artista veneziano Fernando Masone: splendide e candide creazioni in carta-cotone realizzate a mano ed esposte nella Sala Zaffanella.

Originario di Benevento ma da tempo adottato dalla città lagunare, dove è titolare della galleria “CartaVenezia”, Masone è specializzato in Grafica d’Arte. Dopo una lunga esperienza nel campo della ceramica, si dedica dalla metà degli anni Ottanta ad una personalissima ricerca per la stampa d’arte modellata ad alto rilievo, e infine alla fabbricazione della carta, materia sulla quale organizza corsi e seminari in Italia e all’estero, in collaborazione con i maggiori maestri dell’arte contemporanea. La sua carta-cotone diventa sculture, quadri, calcografie e gioielli: questi ultimi saranno esposti al Museo del Bijou fino al 30 di giugno, con ingresso gratuito.

Domenica 26 maggio, l’artista terrà un workshop nel cortile del museo, illustrando ed insegnando le tecniche di base per la fabbricazione della carta e per realizzarne originali monili. La partecipazione al workshop è riservata agli iscritti all’associazione Amici del Museo del Bijou (€ 10,00); le iscrizioni si ricevono al numero 0375 205344, fino ad un massimo di 15.

“Carta poetica, carta che racconta, carta che forma”: spiega l’assessore alla Cultura del comune di Casalmaggiore, Ettore Gialdi. “La carta di Fernando Masone è la nuova proposta del Museo del Bijou di Casalmaggiore, che dalle teche della Sala Zaffanella lancia messaggi in grado di connettere passato e futuro, valorizzando artisti contemporanei che sanno esprimersi creando monili, originali ed esteticamente bellissimi. Masone è fra questi: il suo percorso parte dalla ceramica e approda a questa carta materica, piena di consistenza e candore, carta da lui stesso impastata e modellata, resa supporto per poesie e suggestioni scritte, plasmata a formare “gioielli da leggere”. Artigianato e arte ancora insieme, perché è attraverso il lavoro delle mani e grazie alla sensibilità espressiva  di Fernando Masone che prendono vita queste bianche e ruvide creazioni, perfette per grazia e leggerezza. Raccontano di una tecnica antica, sapientemente rinnovata dalla continua ricerca dell’artista veneziano (di origini sannite), e sanno emozionare con la forza della semplicità, nelle volute di alcune collane, nella composizione simmetrica dei girocolli, nella ordinata successione degli elementi compositivi che si alternano alla carta nei gioielli di più recente fattura. Questa carta parla agli occhi e al cuore: facciamoci raggiungere dalla sua poesia, cogliamone le suggestioni, ascoltiamo i richiami di un’arte antica che diventa presente, e si veste di bellezza.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti