Commenta

Defibrillatore
al “Ferrari” per il “Vara”:
offerte ancora aperte

varasi8_ev

Un torneo lampo, giocato in una sola sera, ma destinato a fare del bene anche per gli anni a venire. Questo il succo del secondo Memorial Alessandro Varasi, il ragazzino che morì in un incidente stradale a soli 15 anni, il 25 settembre 2011.

Alessandro giocava nella Casalese e sono stati proprio coloro che fino al 2011 erano suoi compagni di squadra a onorare la memoria del ragazzo, lunedì sera in Baslenga, rendendo concreta l’idea davvero lodevole dei genitori del “Vara”: il torneo non ha avuto vincitori, perché il triangolare tra gli Allievi di Casalese, Torrazzo e dei mantovani del Suzzara non prevedeva una classifica, ma un’assegnazione simbolica di una targhetta di partecipazione.

Il significato del memorial, infatti, andava oltre il mero risultato sportivo: l’ingresso era gratuito, ma i genitori hanno pensato di esporre il libro “Il Vara dal cielo”, che, con le commoventi parole della madre, racconta la vita del giovane ragazzo, finita a soli 15 anni. Il libro, per inciso, era distribuito gratuitamente ma gli spettatori del torneo, capendo la finalità dell’iniziativa, hanno giustamente pensato di lasciare un’offerta libera.

Offerte che, per inciso, potranno diventare ancora più cospicue anche nei prossimi giorni: proprio stasera, in corrispondenza delle semifinali del trofeo “Bianchi” (storica manifestazione della Baslenga) e sabato (dalle ore 15 alle 19), in corrispondenza delle finali per terzo e primo posto, i libri saranno ancora a disposizione del pubblico. Resta aperta, insomma, la possibilità di rimpinguare la cassetta delle offerte, anche perché l’intento è quello di arrivare ad acquistare un defibrillatore semiautomatico da piazzare proprio allo stadio “Ferrari” di Casalmaggiore.

Ricordiamo che il defibrillatore semiautomatico è divenuto obbligatorio anche per le società dilettantistiche, che, stando, al decreto Balduzzi, entro 30 mesi dovranno dotarsene. I genitori di Varasi hanno garantito che, in caso di offerte troppo basse per sostenere l’esborso del defibrillatore, si faranno carico della parte rimanente della spesa. Un bel gesto per ricordare Alessandro non soltanto a parole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti