4 Commenti

Perseguita una donna
conosciuta in chat,
professore patteggia

stalking-460x235

Si erano conosciuti in chat, ma lui era troppo possessivo, così lei ha deciso di troncare. Una decisione che l’uomo non ha accettato e per vendicarsi ha cominciato ad inviare alla sua vittima e al suo ex fidanzato decine di sms minacciosi. Lo stalker, un professore di 44 anni residente a Casalmaggiore, Walter Ghezzi, è finito davanti al giudice di Parma Eliana Genovese e a processo ha patteggiato otto mesi di reclusione, pena sospesa. E’ stato un vero e proprio incubo per la donna, 42 anni, una madre parmigiana, cominciato via web dopo lunghe chiacchierate e scambi di fotografie. Alla fine i due avevano deciso di incontrarsi a Parma al parco Ducale. Dopo un periodo di frequentazione, però, la donna aveva cominciato a preoccuparsi per l’eccessiva gelosia del partner. Lui si era mostrato intollerante al fatto che lei vedesse quotidianamente il suo ex fidanzato per motivi di lavoro. Quando lei aveva deciso di  interrompere la relazione, erano cominciati gli atti persecutori da parte del cremonese, con sms offensivi, gomme della macchina tagliate, episodi inquietanti nei confronti della figlia minore di lei e continue richieste di tornare insieme. Non solo. L’uomo era riuscito a procurarsi anche il numero di cellulare dell’ex fidanzato e collega della donna. Aveva cominciato a perseguitare anche lui, con chiare minacce di morte. Dopo una prima denuncia, il professore era stato colpito da un’ordinanza di divieto di avvicinamento. Poi il processo terminato con il patteggiamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Guest

    E quest’anno sarà il nostro professore di storia

    • Guest105154

      Per me è pure di italiano…

      • Hacker511B

        però è bravo.. nulla da dire

  • abdullah

    stolkerrrr