Commenta

Don Paolo Tonghini
in Brasile per un nuovo
centro missionario

don-paolo-tonghini-ev

Don Paolo Tonghini, parroco di Bellaguarda, Casaletto, Buzzoletto e Salina e per anni cappellanno dell’ospedale Oglio-Po di Vicomoscano, è partito nella mattinata di lunedì verso il Brasile, precisamente a Fortaleza, dove la “sua” New Tabor onlus è già operativa con diverse iniziative di aiuto della popolazione e dove, proprio da questa settimana, l’associazione conta di poter disporre di una struttura per la creazione di un nuovo centro missionario.

“Parto insieme al responsabile della ditta Emiliana Costruzioni di Brescello, che si occuperà della realizzazione del nuovo centro”: ha spiegato don Paolo Tonghini, contattato pochi minuti prima della partenza del volo intercontinentale.

“La New Tabor è già presente in Brasile, ma a Fortaleza serve ora una struttura per formare ed accogliere nuovi operatori sanitari, per togliere ragazzi dalla strada, per curare persone in difficoltà, per garantire un presidio medico. Non solo – aggiunge don Paolo Tonghini – oltre all’edificio, avremo a disposizione anche un’area per le attività esterne dei ragazzi, sia di tipo lavorativo che aggregativo. Un modo per toglierli dalla strada, dai traffici di droga, di organi, dalla prostituzione minorile, dal turismo sessuale”.

Ad attendere don Paolo Tonghini, il vescovo della diocesi di Grajaú, monsignor Franco Cuter, frate cappuccino originario della provincia di Bergamo. “Resteremo in Brasile per una settimana ed al rientro ci sarà anche Susan Bellini, vicepresidente di New Tabor onlus che da due mesi e mezzo conduce in Brasile missioni da volontaria”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti