2 Commenti

Casalmaggiore, progetto
cicloturismo presentato
a Trenord per l’Expo

cicloturismo_ev

Trenord a breve presenterà la propria manifestazione di interesse e il comune di Casalmaggiore incassa dunque una fiducia “in potenza”, che presto dovrebbe diventare, per così dire, ufficiale.

In vista dell’Expo di Milano nel 2015, il comune maggiorino, con l’assessore al Bilancio Carla Visioli in testa, ha presentato a Trenord un progetto di revisione di alcune carrozze e di alcuni convogli: non per quanto concerne la questione pendolari, come si potrebbe pensare, ma per la promozione del turismo nella zona casalasco-viadanese, dove le bellezze artistiche di certo non mancano, a cominciare dalla città denominata “Piccola Atene”, Sabbioneta, patrimonio dell’Unesco.

“L’intenzione” spiega Carla Visioli al rientro dopo l’incontro a Milano di questa mattina con i vertici di Trenord “è quella di promuovere un turismo eco-sostenibile, su bicicletta ad esempio. Sappiamo che su ogni convoglio possono essere piazzate al massimo dieci biciclette. La nostra intenzione, nel momento in cui fossero effettuate prenotazioni con un buon numero di partecipanti, è di allestire treni con qualche carrozza in più, che consenta a chi arriva da Milano di sfruttare il velocipede per un giro nelle nostre zone. Sarebbe un modo anche per aggirare il problema viabilità, che in effetti è reale”.

“Da un anno” ha concluso Visioli “Trenord ha dimostrato attenzione per tutto ciò che riguarda l’attrattiva turistica e sono contenti per questa forma di apertura che arriva dal territorio. La viabilità, come dicevo, non è il massimo, ma il turismo può essere d’aiuto”.

Visioli, assieme al sindaco Claudio Silla, ha incontrato anche Paolo Mora, direttore generale del settore Commercio per Regione Lombardia, ricevendo rassicurazioni sulle buone intenzioni del Pirellone nel confermare l’appoggio ai vari progetti che Casalmaggiore ha presentato (“calda” in particolare la pista dei Distretti del commercio) e nella possibilità di finanziamento tramite bandi. “Dopo il cambio della guardia in Regione” ha spiegato Visioli “era giusto approntare questo incontro preliminare con i nuovi dirigenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Marzia

    L’unico modo per far brutta figura è proprio quello di far utilizzare Trenord ai turisti…

  • JUNKA

    Trenord è un disastro. Pensare che ci sia gente che prende il treno a Milano con la bici e poi giri qui da noi è una stupidata. Per incentivare l’uso della bici basta dare la possibilità a chi viene da fuori di prenotare una bici sul posto con il bike sharing che ha chiuso mettendole presso la Stazione. Poi quando si accorgeranno che le ciclabili sono inesistenti e che non cè nessuna cultura sulla mobilità dolce … Sarà un altro servizio inutilizzato. La mobilità la risolvi incentivando l’uso della bici ai residenti. I turisti sono uno zero virgola del traffico, ma non ci sarebbe il bisogno di dire queste ovvietà o no? Senza un progetto organico e coordinato tra territori, queste iniziative lasciano il tempo che trovano.