6 Commenti

Col cane in braccio,
niente Eucarestia: è
accaduto alla Fontana

fontana2-ev

Si è recata presso il Santuario della Madonna della Fontana, a Casalmaggiore. Si è messa in coda per l’Eucarestia. Ha atteso il proprio turno ma al momento di ricevere l’ostia consacrata le è successo qualcosa d’inatteso. Il frate le ha negato l’Eucarestia, perché la donna, in braccio, teneva il suo cagnolino.

Un episodio che ha spiazzato i presenti, protagonista compresa, in un giorno feriale di questa settimana. Un fatto senza precedenti specifici, tanto da non richiamare a normative precise.

L’accesso di animali nei luoghi di culto non è infatti regolamentato, bensì è a discrezione del sacerdote. Nella fattispecie, alla donna è stata solo inibita l’Eucarestia, non l’ingresso nel santuario.

La stessa signora, col proprio cagnolino, aveva assistito alla messa nella cripta del santuario, per poi risalire al momento dell’Eucarestia, negatale dal frate.

Sull’accaduto si è espresso don Alberto Franzini, parroco di Casalmaggiore, che ammette la mancanza di una letteratura giuridica in materia ma che solidarizza col frate: “Io avrei avuto lo stesso comportamento”, spiega don Franzini.

Il parroco ritiene infatti inopportuno presentarsi all’Eucarestia con un cane in braccio, perché “Lì si va ad accogliere il Signore, e la cosa non riguarda gli animali”. Ben diverso il discorso se si tratta di cani che accompagnano persone non vedenti, “tollerabile per la funzione determinante dell’animale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Bigio

    San Francesco contatta sto frate e spiegagli che forse sarebbe meglio guardare bene in faccia certi “fedeli” prima di somministrare l’eucarestia e non combinare queste assurdità. Il Signore li ha fatti gli animali don Franzini ci pensi un attimo prima di esprimere solidarietà.

  • Anna

    Ha fatto bene il prete…quello è il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, non un pezzo di pizza! Un po’ di rispetto!

    • BIGIO

      ecco la risposta che aspettavamo. Ma non la doveva dare al cane la particola!!! Ma per piacere!!! Smettetela con questo bigottismo assurdo!!

      • BIGIO

        Dite ai Frati il prossimo presepe di togliere tutti gli animali perchè turbano la natività!!!!!!

  • libe

    Ma per favore!!!! Siamo o no tutte creature di Dio? Non si da l’Eucarestia perché si è separati, non si da perché si porta in braccio un cagnolino, ..ma poi che differenza fa dal cane guida per i ciechi al cane amico che ti accompagna? Di questo passo non riceverà più la Comunione quasi nessuno!! Non credo che San Francesco sarebbe stato d’accordo né col Frate e né con Don Franzini.

  • Morgan

    E i preti e frati chi sono per decidere di non dare l’eucarestia ad uno/a perché accompagnata dal suo cane ?!come si permettono?!l’espressione di amore la si vede anche in queste cose. Ecco perché odio tutti i finti perbenisti o falsi predicatori preti, frati e compagnia bella. Se fosse per me le chiese dovrebbero essere vuote solo luoghi di culto in cui una persona si reca per entrare in sintonia con dio. I preti e frati sarebbe meglio svolgessero cose più importanti che non negare l’eucarestia a chi ha il cane in braccio. Che si vergognassero. L’uomo è la creatura più infame che esista altro che parlare di rispetto bigotti maledetti