Commenta

Ammanchi al bar:
scatta la trappola,
ladro incastrato

cassa-bar

Era da un po’ di tempo che nel bar Harpo’s di Gussola risultavano ammanchi dalla cassetta degli incassi del locale. Così titolare e barista si sono ingegnate e hanno preparato una trappola. Il 15 dicembre del 2010 la barista ha contato il denaro in cassa e poi si è assentata, dirigendosi verso i servizi. Al suo ritorno ha contato nuovamente il denaro e ha notato che mancavano 200 euro. In quel momento all’interno del locale c’era solo una persona. Un certo Gianni, un cliente conosciuto. Dalle immagini interne del locale visionate dai carabinieri si vede un uomo con il cappuccio che scavalca il bancone del bar, si appropria del denaro custodito in cassa e se ne va. Quando è stato fermato, Enrico Giovanni aveva indosso gli stessi vestiti dell’uomo ripreso dalle telecamere. Il denaro, però, non è mai stato recuperato. Oggi, a tre anni di distanza dal fatto, l’imputato, finito a processo con l’accusa di furto aggravato, è stato condannato dal giudice Pierpaolo Beluzzi ad una pena di sei mesi e 200 euro di multa. Per l’uomo, difeso in aula dall’avvocato Santo Maugeri, il pm onorario Silvia Manfredi aveva chiesto una pena di un anno, un mese e 400 euro di multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti