Commenta

Pipeline di Viadana:
perché non viene
sfruttata a dovere?

pipeline-ev

Trasporto su gomma o trasporto sull’acqua? In Italia, quando si vuol parlare di progresso, si fa sempre riferimento a quei paesi dove i fiumi sono davvero utilizzati come miglior sistema di trasporto.

A Viadana ad esempio dal 2007 esiste una banchina commerciale fluviale specializzata per il trasporto di fluidi che viene in gran parte sottoutilizzata. Questo perchè la Sadepan è rimasta l’unica azienda a servirsi della cosidetta “pipeline” con il trasferimento del metanolo dalle imbarcazioni provenienti da Marghera al proprio stabilimento grazie ad un tubo sotterraneo posto sotto la strada. Tale sistema consente di scaricare da ogni nave l’equivalente di 43 cisterne che altrimenti dovrebbero transitare sulla strada con intasamento del traffico e con il pericolo derivante dal trasporto di simile materiale a rischio.

La Regione insieme alla Provincia di Mantova e l’Azienda regionale per i Porti di Cremona e Mantova aveva sottoscritto l’accordo per la realizzazione della banchina con annessa area di 3000 metri quadrati circa al servizio della portualità commerciale.

Il protocollo d’intesa era stato firmato nel 2004 da Angelo Lassini per la Regione Lombardia, Giorgio Mario Albera per per l’azienda dei Porti Mantova e Cremona, Giovanni Pavesi sindaco di Viadana e Claudio Camocardi per la Provincia di Mantova che s’impegnava a sollecitare presso tutti gli organi istituzionali preposti la piena funzionalità dei canali di navigazione al fine di garantire almeno trecento giorni l’anno le rotte di navigazione dal mare Adriatico a Viadana.

Adesso il fiume consente tale costante passaggio, i costi su gomma sono tornati più alti di quelli fluviali e la sicurezza dei cittadini richiede che la pipeline di Viadana ritorni ad essere sfruttata così come gli accordi e le promesse di quasi dieci anni fa lasciavano presagire.

La banchina commerciale c’è, la pipeline pure, il fiume anche. Cosa manca affinchè questa struttura non possa venire   adeguatamente sfruttata riducendo adeguatamente il traffico pesante? Il comune di Viadana lo chiede alla Provincia di Mantova, al suo presidente, all’assessore all’ambiente e all’Aipo.

Tutti soggetti a cui il sindaco Giorgio Penazzi chiede un incontro per affrontare la situazione che necessita una soluzione urgente.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti