Commenta

In casa degrado,
sporcizia e anche
la carcassa di un cane

Polizia-Municipale-ev

Solitudine e un crollo psicofisico alla base di un dramma che ha coinvolto una donna residente nel comprensorio Oglio Po: non riveleremo il comune e nessun dato che possa far risalire alla persona, per garantirne la maggior tutela possibile.

Una decina di giorni fa le era stato dato l’ultimatum: la casa in cui viveva doveva essere assolutamente ripulita e messa in ordine. Mercoledì la scadenza aveva avuto termine e un paio di agenti della Polizia locale si sono portati sul posto per controllare se quanto ordinato fosse stato eseguito. Ma la signora non rispondeva al campanello nonostante la sua bicicletta fosse davanti alla porta. E’ stata così richiesta la collaborazione dei parenti oltre che dei Carabinieri per cercare di rintracciare la donna, temendo pure per la sua incolumità.

Verso mezzogiorno l’anziana si è fatta viva consentendo alle forze dell’ordine di entrare. Purtroppo la situazione di degrado era la stessa della settimana precedente con le stanze tutte sottosopra. Sporcizia e cattivo odore regnavano ovunque e il fetore, aumentato dal caldo era insopportabile. Al punto che nemmeno una ditta di pulizie specializzata aveva accettato l’incarico che le era stato proposto per rimettere in sesto l’abitazione. La stessa signora purtroppo non riusciva a mantenersi in uno stato igienico tale da garantirle autonomia e per questo i servizi sociali si sono prodigati per portarla in un istituto di accoglienza. Prima di trasferirla dall’abitazione le è stato chiesto dei suoi tre cani.

Mentre due sono stati rintracciati, anche loro in condizioni igieniche indescrivibili, il terzo, per stessa ammissione della donna, era già morto e la sua carcassa è stata ritrovata nella stessa abitazione. Anche la carogna dell’animale morto contribuiva evidentemente ad aumentare il fetore indescrivibile al punto che i primi ad entrare nella abitazione hanno dovuto fare utilizzo di mascherine da comprimersi sulla bocca e sul naso. Dopo l’intervento dell’Asl e con le speciali cure con cui verrà assistita ci si augura che per la donna possa tornare una situazione tranquilla e serena come quella che ha preceduto questo crollo improvviso.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti